CUS Potenza, che peccato!

I ragazzi di Mister Blasi giocano una gara "Enorme" contro i rivali baresi ma escono ai tiri di rigore

Alla fine passa il Bari, il CUS Potenza è fuori dalle fasi finali del Campionato Nazionale Universitario di Calcio a 5.

Fatale la serie di “tiri di rigore” che vede prevalere i Baresi per 3-1.

Questo è il verdetto, al termine di una gara dall’intensità mostruosa, dal livello tecnico altissimo.

Avevamo visto giusto, la gara d’andata (terminata 1-1 a Potenza) era soltanto l’antipasto di un doppio confronto aperto, apertissimo, tra due grandi formazioni.

Non sono bastati, infatti, i 40 minuti regolamentari e nemmeno i due tempi supplementari per determinare un vincitore: la rete del 6-6 a dieci secondi dal termine del valdagrino De Maio (tra i migliori in campo) era soltanto l’ennesimo colpo di scena di un match vissuto a “mille all’ora”.

La “Truppa” lucana guidata da Mister Rocco Blasi e dalla Presidente Simona Morlino, ha tenuto testa a giocatori di categoria superiore e di maggiore esperienza.

Proverbiali i “i duelli” tra i due capitani Rocco Lapenta (Potenza) e Francesco Castro (Bari), una costante nel corso di tutta la durata del match.

Sugli “scudi”anche Domenico Lorpino (Potenza),  giocatore tatticamente “polifunzionale” che dimostra di avere una velocità di pensiero superiore alla media, oltre ad una padronanza rilevante della propria tecnica individuale (tiro fulminante con entrambi i piedi).

Ottima la prova dei ragazzi “Valligiani” in campo con la rappresentativa: Francesco De Maio e Luca Lavieri hanno davvero onorato l’appuntamento, dimostrando grinta, qualità e tanto sacrificio.

Mister Blasi ha saputo centellinare le energie dei ragazzi, supportato da due giovani “mastini” del calcio a 5 quali Giuseppe Cerone e Gianluca Claps: corsa, grinta e “ghigno” cattivo su ogni contrasto, oltre che tanta pericolosità nelle “transizioni” e nelle conclusioni a rete.

Buona, ottima, anche la prova dei due portieri Andrea Genovese e Marco Uva.

Ma tutta la squadra ha messo in campo ogni singola goccia di sudore e di orgoglio: Giuseppe Laurino, Giuseppe Tullio e Michele Claps si sono dimostrate valide alternative, anche se hanno “toccato” per meno minuti il terreno di gioco.

Detto questo, non si può trascurare il livello tecnico  e lo spessore caratteriale di avversari come il già citato Francesco Castro, Nicola Cutrignelli ed il Bomber Edgar Alfonso Gutierrez (unico vero incubo per la retroguardia lucana).

Al “PalaLojacono” di Bari, la rappresentativa dell’Unibas ha dimostrato tutte le potenzialità di giovani ragazzi che meriterebbero, forse, un’attenzione maggiore da parte delle Istituzioni Lucane, soprattutto in termini di investimenti in nuove e moderne strutture sportive.  La differenza con le altre realtà sembra più che altro di carattere economico…

L’esclusiva integrale del match andrà in onda nelle prossime ore sulla pagina Facebook de “La Gazzetta della Val D’Agri.”

 

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE