Petrolio in Val d'Agri e Valle del SauroEventi in Basilicata

Oggi a Viggiano sarà consegnata ufficialmente la relazione tecnica della Commissione VIS

“Le cause di decesso e di ricovero che risultano significativamente associate alla esposizione stimata ad inquinamento di origine Cova riguardano le malattie cardiovascolari e respiratorie, per le quali la letteratura scientifica è persuasiva di un’evidenza sufficiente a favore del ruolo causale degli stessi inquinanti atmosferici. Inoltre, la concentrazione degli eccessi significativi soprattutto nelle donne rafforza la plausibilità di un ruolo eziologico di esposizioni ambientali”. Lo sostiene il professor Fabrizio Bianchi, del Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) di Pisa, nella sintesi della Valutazione di impatto sanitario (Vis), lo studio scientifico sulle patologie che sarebbero collegate all’area del Centro olio di Viggiano.

L’area interessata è più ampia di quella dei due comuni a ridosso dell’impianto. In determinate condizioni meteorologiche, i plume (pennacchi di contaminazione, ndr) impattano sia Viggiano che Grumento,  picchi di concentrazioni si registrano nelle centraline di entrambi i comuni e la valle, ma in media annuale le aree maggiormente investite sono quelle a nord est”.

I dati completi della Vis saranno illustrati oggi, venerdì 22 settembre, a Viggiano nel corso di una riunione pubblica, durante la quale verrà consegnato ai cittadini un opuscolo di 24 pagine.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS