Primo PianoSocietà e Cultura

VIGGIANO: ASS. BENE COMUNE, ECCO COME RAGGIUNGERE OBIETTIVO 65% RACCOLTA DIFFERENZIATA


Buone pratiche ed incentivi per ridurre la tassa sui rifiuti solidi urbani (TARI) oltre che per ridurre l’impatto ambientale sono possibili a partire da Viggiano. E’ la conclusione dell’incontro promosso sul tema della raccolta differenziata dall’associazione “Bene Comune” di Viggiano.
Ha introdotto l’argomento la dott.ssa Miriam Lamacchia, componente del comitato direttivo, evidenziando il particolare interesse che l’Associazione sin dalla sua nascita ha dimostrato verso la tematica rifiuti, ricordando ai cittadini i molteplici incontri e le iniziative concrete che l’Associazione fino ad ora ha realizzato. Nel suo intervento invece l’Avv. Massimo Macchia, già assessore con incarico al monitoraggio del Piano rifiuti e attuale consigliere della provincia di Potenza con delega ai rifiuti e all’ambiente, ha invitato a riflettere sulla necessità di organizzare una buona differenziata per abbassare i costi della futura TARI, tassa che dovrà coprire completamente i costi del servizio di gestione dei rifiuti. Il piano rifiuti è da rifare a causa – ha detto – della mancanza di governance del settore e l’ impiantistica è da adeguare. L’esempio della raccolta differenziata in regione e nei comuni (alcuni dell’Alto Bradano) che fanno oltre il 70% di raccolta differenziata testimonia che ci sono comuni che ci riescono e pertanto è legittimo chiedersi se anche gli altri comuni ci possono riuscire. La mia risposta è si. Ho quindi formulato alcuni suggerimenti al Comune: dotarsi di compostiere per comunità ed agire sulla leva economica per incentivare la raccolta differenziata e quindi ho auspicato un’unione tra i Comuni della Val d’Agri per raggiungere più facilmente l’obiettivo minimo del 65% di raccolta differenziata imposto per legge. Infine la Dott.ssa Valeria Tempone, responsabile dell’ecosportello rifiuti energia Legambiente Basilicata, ha ricordato l’importanza della raccolta dell’umido, che abbasserebbe di circa il 30% l’ammontare dei rifiuti conferiti in discarica e ha consigliato di proporre all’amministrazione di Viggiano, che non ha problemi di bilancio, la costruzione di compostiere comunali che abbatterebbero ancora di più i costi di gestione dei rifiuti.
Proposta che l’Associazione “Bene Comune” sottoporrà all’attenzione del Sindaco di Viggiano tenuto conto che – sottolinea il presidente Vittori Prinzi – le royalties del petrolio possono essere impiegate anche per questo obiettivo. Anzi sono sicuramente uno dei settori su cui investire per ridurre la fiscalità delle famiglie e migliorare la qualità dei servizi.

ass. b.c. viggiano 2 incontro ass. b.c. viggiano

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com