Lavoro e Salute

Val d’Agri. Un nuovo servizio riabilitativo per migliorare la qualità della vita


La Val d’Agri si arricchisce di un servizio sanitario. A garantirlo è il Centro Tavolaro,  ambulatorio di fisioterapia e riabilitazione autorizzato e accreditato ai sensi della normativa vigente, aderente ad ASPAT Basilicata,  nell’ottica del miglioramento continuo, ha deciso di dare risposta alle numerose richieste avanzate dall’utenza valligiana, formando i propri collaboratori attraverso un corso di alta specializzazione.

Nel nostro Paese, sono oltre sei milioni i soggetti affetti da disfunzione del pavimento pelvico, quindici milioni  le persone che, in ragione dell’attività lavorativa esercitata, convivono con posture scorrette. Proprio queste ultime, possono causare problemi alle zone pelviche: dolori, disfunzioni, incontinenza, prolasso. Le donne sono le più colpite, oltre due milioni in Italia quelle che soffrono di incontinenza, circa il 60%  superata la soglia dei cinquant’anni. Senza dubbio si tratta di un dato approssimato per difetto atteso che, esso è elaborato sulla base delle diagnosi, dunque solo sul numero delle donne che  decide di rivolgersi ad esperti per richiedere assistenza.

Un problema non solo molto diffuso, ma adombrato da un velo di imbarazzo, di pudore, che impedisce ai soggetti colpiti di chiedere assistenza.

E’ necessario dunque incrementare l’informazione in ordine a detta tematica e  diffondere la consapevolezza che di disfunzioni pelviche si può guarire.

La riabilitazione del pavimento pelvico infatti, in alternativa alle metodiche farmacologiche e chirurgiche, può essere una valida risposta ai problemi del perineo.

Con il termine pavimento pelvico si definisce l’insieme dei muscoli e dei tessuti che chiude inferiormente il bacino. A causa di taluni eventi, come  parto, episodi traumatici, fattori genetici, età, tale struttura anatomica può subire un indebolimento e dare luogo a disfunzioni.

I problemi che ne seguono, in particolare l’incontinenza, sono causa di grave disagio nella sfera lavorativa, sociale e  sessuale dell’individuo.

La riabilitazione pelvica è l’insieme di metodiche non invasive poste in essere per la cura e il trattamento dei problemi di cui si discute. Riabilitare significa infatti “recuperare le abilità perdute”; nel  caso dell’incontinenza,  sarà necessario recuperare il basso apparato urinario, recuperare la funzione continenza appunto.

 A seguito di una diagnosi elaborata dal medico, è possibile affidarsi a fisioterapisti esperti  che, sulla base di precipue conoscenze, eseguono tale tecnica riabilitativa.

Da circa un anno, l’ambulatorio di c/da Matinelle Il Centro Tavolaro, è divenuto punto di riferimento anche per la cura e il trattamento delle disfunzioni del perineo: tale rieducazione, generalmente consta in una serie di esercizi  specifici volti a rafforzare l’apparato  muscolare perineale e addominale. Presso il Centro Tavolaro inoltre, è disponibile un innovativo trattamento attraverso l’utilizzo della TECAR INDIBA ACTIV, un’apparecchiatura ad elevata tecnologia, che ha riscosso numerosi successi nella comunità scientifica internazionale. Grazie al brevettato sistema “PROIONIC”, è possibile rigenerare il tessuto cellulare, migliorandone l’idratazione e  rinforzare le fibre di sostegno,  sì  da consentire in maniera rapida ed efficace un ritorno alla normale vita quotidiana.

Qual è il ruolo giocato dal fisioterapista? Attesa la delicatezza del trattamento, è necessario che l’operatore instauri un rapporto empatico con il paziente, tale da coinvolgere lo stesso nella terapia da porre in essere, accrescendo in questi la consapevolezza del problema. Con adeguate spiegazioni, dovrà agevolare la comprensione della metodica attuata ed elaborare valutazioni nel breve, medio e lungo periodo.

Vincenzo Scarano

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com