Emergenza Coronavirus

Super Green Pass: come cambiano i controlli con l’app (e le scadenze dei certificati)

Meno quattro. Il 6 dicembre entrerà in vigore il Super Green pass “rafforzato”, quello ottenibile esclusivamente con la vaccinazione anti Covid o con la guarigione dall’infezione. Cambiano così anche le regole da rispettare a seconda delle zone di rischio. Fino alla zona arancione ci saranno limitazioni crescenti ma estremamente lievi e differenziate. Solo dalla zona rossa si tornerà a chiudere tutte le attività e non si potrà lasciare il proprio comune di residenza. Solo in zona rossa le restrizioni saranno per tutti, vaccinati compresi. Intanto il 6 e 13 dicembre alcune Regioni cambieranno colore (decisivi come sempre i dati odierni per il monitoraggio di domani). Gli attuali positivi superano ormai i 200mila. L’app VerificaC19 è quasi pronta per diventare “super” per controllare anche il green pass rafforzato.

É tutto pronto alla Sogei per il debutto dell’app aggiornata di verifica: lo rivela oggi in anteprima il Sole 24 ore. Ieri sera sono stati rilasciati gli aggiornamenti sugli store Apple, Google e Huawei ed è in atto il processo di review che dura circa 48 ore. Cosa devono fare esercenti e chi deve controllare il Green Pass?  La prima operazione per chi ha già la app VerificaC19 è scaricare l’aggiornamento e scegliere la tipologia di verifica: quella di base per il tampone o quella rafforzata per la vaccinazione o guarigione dal Covid. Per controllare l’attendibilità di un super green pass si dovrà quindi optare per la “verifica rafforzata”, mentre per controllare il green pass standard si dovrà optare per la “verifica base” . Quindi scansionare il Qr code e attendere il responso. Attenzione: l’introduzione delle nuove funzionalità non richiede un cambio del Qr code per il cittadino. Ne viene generato uno nuovo, invece, se ci si vaccina con la terza dose. In quel caso il nuovo pass è valido per altri nove mesi dalla data di somministrazione del richiamo. Quando i vaccinati contraggono il Covid, il pass viene sospeso in attesa della guarigione. Quando si è guariti vale altri nove mesi.

Green pass: dal 6 dicembre aumento dei controlli in Provincia di Potenza

“I non vaccinati con il solo certificato di guarigione hanno diritto a un pass valido per sei mesi. Sogei sta anche lavorando – riferisce il quotidiano di Confindustria –  a braccetto con l’Europa, per mettere in campo la funzionalità delle revoche, che invalida immediatamente il pass in caso di tampone positivo. E si torna in automatico al verde quando si guarisce e il tampone è negativo”.

Va specificato poi che nella nuova versione della app c’è la funzione per avere il codice autorizzativo Authcode, che serve per scaricare il Green Pass. Prima il codice arrivava al cittadino solo con sms o mail. Già dal 15 ottobre è attiva la funzionalità per scegliere la modalità di scansione manuale o automatica del Qr code, che consente di effettuare un nuovo controllo ogni 5 secondi senza dover fare un doppio click (prima sul Qr code e poi per tornare indietro alla schermata per reinserirne uno nuovo). Tutti quelli che passano davanti al device mostrano il Qr code e dopo qualche secondo tocca già al successivo. Questo rende più veloci i controlli. Anche la scansione verrà ottimizzata, con la possibilità di attivare la torcia del cellulare se il controllo viene effettuato in luoghi a luminosità ridotta (teatri, ad esempio). Infine, il ministro delle Infrastrutture e mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, ha annunciato che è allo studio per il trasporto pubblico “il passaggio al biglietto elettronico con informazioni sul possesso del green pass”.

Articoli correlati

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com