Notizie dal Territorio

Il sindaco di Atena Lucana vuole riaprire ai turisti la tratta con Brienza


Nei prossimi giorni il sindaco di Atena Lucana, Pasquale Iuzzolino, sarà a Bruxelles, al Parlamento europeo, per incontrare la Commissione alle infrastrutture e presentare la delibera approvata dalla sua giunta per “aprire” ai turisti la tratta Atena Lucana-Brienza. Si tratta di un progetto di rilancio turistico del “binario” appartenente all’ex ferrovia Atena Lucana-Marsico Nuovo – ex ferrovie calabro lucane. La delibera che punta alla “fruizione integrata turistica e paesaggistica” è stata approvata il 10 agosto del 2017.

L’idea da parte dell’amministrazione nasce da una serie di punti di fermi della guida amministrativa di Atena Lucana. La tratta in questione è di circa 13 chilometri appartenenti ai demani comunali di Atena Lucana e Brienza. “Un percorso attualmente individuabile non in maniera continuativa e non sempre asfaltata ma ricostruibile tenendo conto di più elementi costruttivi come gallerie e stazioni”.

Ma la motivazione di questo progetto nasce dal fatto che il tratto in questione e le ferrovie calabro-lucane in genere rappresentano nella memoria della popolazione un ricordo di estrema importanza. “Si tratta – si legge sulla delibera – di una risorsa rilevante sotto il profilo turistico-economico atta ad attrarre se adeguatamente valorizzato, visitatori da ogni parte”.


Per raggiungere l’obiettivo saranno previsti – e questo presenterà in Belgio il primo cittadino all’inizio della prossima settimana – interventi di recupero e miglioramento del percorso, realizzazione di un itinerario di ciclotrekking, un trenino panoramico su gomma, l’installazione di una segnaletica dedicata, miglioramento della fruizione a beneficio delle persone diversamente abili, azioni di comunicazione e promozione.  “Il tutto anche per avere ricadute positive sul livello occupazionale dei residenti”.

Il progetto nasce in collaborazione con il Comune di Brienza, con la Comunità Montana Vallo di Diano, il Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, il ciclostile Fiab Potenza, l’associazione FareAmbiente-movimento ecologistico europeo, il presidente della Provincia di Potenza e la Provincia di Salerno.

FONTE: OCCHIODISALERNO.IT

One Comment

  1. Un’altro fallimento come il volo dell’angelo!!! Solo bugie e balle per far credere alla gente! Ecco si vota tra poco……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp