Eventi in Basilicata

Presentazione del Progetto “Moliterno vive il Cantico” per adesione ai “Patti Laudato Si”

31 agosto 2021, ore 19.30


L’Ordine francescano secolare “Santa Croce” di Moliterno, nel giardino dell’omonimo convento, alle ore 19.30, illustrerà il progetto “Moliterno vive il Cantico”.

Il progetto, presentato nell’ambito dei “Patti Laudato Si”, è un’iniziativa nazionale della famiglia francescana la quale, partendo dall’enciclica di papa Francesco, vuole farsi lievito di conversione ecologica nei territori. La rigogliosa natura, su cui si estende la superficie di Moliterno, ha portato la comunità francescana ad interrogarsi sul futuro della stessa e su quello che, dal punto di vista ambientale, si lascerà in eredità alle nuove generazioni. Il progetto intende promuovere anche comportamenti più equi, partendo dai più piccoli della comunità, senza discostarsi dall’insegnamento del Vangelo e di San Francesco e con l’esempio del Santo Padre che ci richiama ad instaurare rapporti più solidali tra di noi e con l’ambiente nel quale viviamo.

“Un progetto – dichiara Marianna Spina, professa OFS e animatrice “Laudato Si’” – che si lega alle iniziative avviate già lo scorso anno dalla comunità di Moliterno all’interno del “Tempo del Creato”, un tempo di preghiera e di azione che va dal 1° settembre al 4 ottobre, festa del Santo di Assisi, e conclusosi con la piantumazione del leccio “Laudato Si’”. Da quell’attività – conclude Spina – la comunità francescana di Moliterno ha deciso di avviare un percorso di maggiore impegno per la promozione ed il rispetto dell’ambiente insieme alle altre associazioni presenti sul territorio del centro valdagrino”.

Alla presentazione, moderata dal giornalista Domenico Ciancio, prenderanno parte il Prof. Andrea Piccaluga, docente di Economia all’Università “Sant’Anna” di Pisa e consigliere nazionale OFS e Alberto Petracca, consigliere regionale OFS di Basilicata e Animatore “Laudato Si’”.

Analizzando ciascun elemento cantato nel Cantico delle Creature, la fraternità francescana intende studiare le criticità territoriali, sia ambientali che sociali della propria comunità e, con il coinvolgimento di diverse associazioni territoriali, lavorerà nella realizzazione di sotto-progetti, sensibilizzando enti, istituzioni, associazioni, singoli cittadini alla cura della Casa comune, in questo caso del proprio paese.

Il progetto, la cui durata è prevista in due anni, si concluderà ad ottobre 2023 e prevede il coinvolgimento anche delle scuole, della Parrocchia “Santa Maria Assunta-Madonna del Carmine, la Pro loco “Campus” Moliterno, il Centro di Educazione ambientale “Oasi Bosco Faggeto”, la Fondazione “Ferdinando Petruccelli della Gattina e l’Istituto Comprensivo Giacomo Racioppi.

 

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com