Pensione a cieco, ma gioca a carte

Un falso cieco ripreso mentre giocava a carte, una persona affetta da una grave patologia depressiva che partecipava quasi quotidianamente a rassegne canore come cantante folk e un altro falso invalido che si presentava dal medico sulla sedia a rotella ma che poi tornato a casa si “rialzava” e andava a coltivare il proprio terreno con una zappa. Sono alcuni dei casi più eclatanti di truffe all’Inps (per alcune centinaia di migliaia di euro) scoperte dalla Squadra mobile di Potenza nell’ambito dell’operazione “Il Canto delle Sirene” coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo lucano.

ANSA

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE