Cronache

Operazione congiunta della Questura di Salerno e della Questura di Potenza. A Eboli la casa della droga


Gli Agenti della Polizia di Stato hanno sequestrato 10 chili di droga ed arrestato i due spacciatori: O. Y. Marocchino del 1983, dimorante in Eboli,  e M.E. rumena del 1987 , sua convivente in Eboli.

La coppia è stata trovata in possesso di  stupefacente, del tipo hashish e marijuana, destinata allo spaccio, nella loro casa in campagna di Eboli.

In particolare,  a seguito di una  rapida attività info-investigativa  congiunta delle Questure di Salerno e di Potenza sono emersi indizi di detenzione  ad un ingente quantitativo di droga detenuto ad Eboli da parte di una coppia, un uomo e una donna, ivi dimoranti.

Alle prime ore del giorno, gli investigatori della Squadra Mobile di Potenza, della Squadra Mobile di Salerno e del Commissariato di Battipaglia hanno perquisito la proprietà degli spacciatori.

Le operazioni di ricerca dello stupefacente sono state condotte con l’impiego dell’unità cinofila della Polizia di Stato della Questura di Vibo Valentia e della Squadra Cinofili di Nettuno.

 Gli Agenti hanno trovato 11kg circa di sostanza stupefacente, di cui dieci chili di hashish e un chilo di marijuana.

La droga è stata ritrovata in vari nascondigli escogitati dai pusher: all’interno del mobile posizionato  nel soggiorno della casa, gli Agenti hanno trovato  ventisette sacchetti in cellophane per gli alimenti da porre sottovuoto, 31 rotoli di nastro adesivo da imballaggio.

I poliziotti durante la perquisizione hanno anche  rinvenuto un vero e proprio “dépliant” riportante immagini e prezzi dello stupefacente; la droga spacciata dalla coppia era  connotata da un “marchio di fabbrica”, che riportava l’etichetta adesiva con scritta “MOROCCO”, ed altre denominazioni di fantasia che rimandavano anche a personaggi dei cartoni animati (Goku) o dalla particolare forma sferica delle confezioni di stupefacente.

Ritrovati e sequestrati anche i macchinari per il confezionamento sottovuoto della droga.

Inoltre, l’unità cinofila ha rinvenuto altra parte dello stupefacente  nel giardino di casa e nella folta vegetazione in altra parte della proprietà, in un canneto, ove il cane Bruce della Polizia ha fiutato ulteriori dosi lì occultate.

Gli agenti della Polizia di Stato hanno quindi arrestato, O.Y., soggetto con precedenti in materia di stupefacenti ed armi, ed M.E., la donna annoverava già precedenti per sfruttamento  della prostituzione e reati contro il patrimonio.

I due arrestati sono stati posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto la traduzione in carcere in attesa della convalida.

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com