Cucina e Prodotti tipici

Le due DOP di Rotonda diventano ingredienti per dolci dal gusto innovativo

Il merito è di Fabio Campoli, chef e opinion leader del food italiano


Quella che era un’ambizione è diventata ormai realtà: le due eccellenze a denominazione di origine protetta di Rotonda, la melanzana rossa ed il fagiolo bianco, sono diventate ingredienti utilizzati nella preparazione di dolci dal gusto innovativo. Il merito è di Fabio Campoli, chef imprenditore e opinion leader del food italiano, che attraverso poliedriche attività incentrate sulla cultura e la ricerca ha coniato un modo unico di interpretare il proprio mestiere ”in cucina e oltre”: fondatore di Azioni Gastronomiche e direttore tecnico della testata online Promotori di Gusto, nonché dei progetti editoriali nazionali Facile Con Gusto e Club Academy, oggi con il suo gruppo di lavoro è affermato professionista e consulente per il mondo della ristorazione, degli eventi, del turismo, della formazione e della promozione. Campoli sta prestando da diversi mesi la propria collaborazione nel piccolo centro di Rotonda, sito nel cuore del Pollino: “C’è tanta sperimentazione dentro il progetto Pollino Experience – spiega Campoli – che ho scelto di abbracciare personalmente con la fierezza di vederne già i primi buoni frutti. Tutto questo grazie alla collaborazione con i Consorzi di tutela e valorizzazione delle due dop e al Gruppo Bruno”. Ma nel dettaglio, come è stata impiegata la melanzana rossa di Rotonda dop in pasticceria? “Le prove sono state e sono ancora tutt’ora molteplici, vedendo l’impiego del prodotto fresco o di quello in conserva sotto forma di confettura, ma di certo tra le ricette di maggior successo c’è oggi la Tartelletta Melanzane, Cioccolato & Crusco messa a punto insieme al giovane e talentuoso pastry chef Simone Zullo, aggiungendo la melanzana rossa arrostita in una crema pasticcera al cioccolato e completando il sapore con panna montata e scaglie di peperone crusco”. Con i fagioli bianchi di Rotonda dop, invece, “viene preparata una mousse, fatta con legumi frullati e panna fresca, ed esaltata da ingredienti naturali che portano il suo delicato tono di gusto verso quello del caffè”. Attualmente le due dop sono impiegate soprattutto nella preparazione di monoporzioni, ma a breve diventeranno ingredienti per la proposta di nuove originali torte che porteranno sempre più la tradizione locale ad innovarsi. I dolci progetti del Gruppo Bruno partono dall’Antica Pasticceria da’ Chiazza, inaugurata a dicembre dello scorso anno nella piazza principale di Rotonda. Fondamentale è stata e continuerà ad essere la spinta, in termini di “formazione alla sperimentazione”, portata da Campoli Azioni gastronomiche e Promotori Di Gusto.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com