Cronache

Lagonegro: bottiglie di alcolici e superalcolici lasciate nell’anfiteatro. Scoppia la polemica


Un post sui social rialza il livello dello scontro politico a Lagonegro. Stavolta, al centro della polemica (che potrebbe condurre alle vie legali) ci sono alcol e droga. La vicenda nasce da un post pubblicato su facebook dall’assessore Gianni Mastroianni in cui si vedono bottiglie di superalcolici abbandonate nell’anfiteatro della cittadina: “La cosa preoccupante, oltre al decoro, è l’uso di superalcolici presumibilmente da parte di minorenni o cmq giovani ragazzi/e. Speriamo sia un caso isolato, la bravata di una sera. Come Amministrazione cercheremo di promuovere la lotta contro ogni forma di dannose dipendenze”. Tra i commenti compare anche quello (evidenziato nella foto) di un consigliere di minoranza che viene ritenuto alquanto inappropriato da Mastroianni.  “Accetto tutto, ma non questo – dice l’assessore – questo non fa parte della contesa politica, questo va oltre. Motivo per cui ho dato mandato al mio legale di valutare tutte le azioni da porre in essere per tutelare la mia persona”.

Mastroianni aggiunge che “la diatriba politica è una cosa, insinuare che si faccia uso di droghe è ben altra e non merita di essere sottaciuta. Il problema dell’alcolismo e delle sostanze stupefacenti – ha concluso l’assessore –  ha avuto un incremento considerevole con la pandemia da Covid, la politica dovrebbe far quadrato…. tutta”.

Nella polemica si inserisce anche la consigliera di opposizione Concetta Iannibelli, collega di lista di Brigante, che propone test anti droga e alcol per tutti gli amministratori comunali.

 

 

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com