Eventi in Basilicata

Innovazione e sostenibilità delle industrie culturali e creative, sviluppo locale e crescita della community

Esperienze, idee, stimoli, applicazioni, sfide ed opportunità per l’innovazione e la sostenibilità delle organizzazioni culturali per lo sviluppo locale, dinamiche imprenditoriali e occupazionali, crescita e cambiamento della community: mercoledì 3 Aprile a Matera, presso il complesso delle Monacelle, il workshop scientifico e divulgativo organizzato dall’Università di Basilicata.

Si terrà a Matera, presso il complesso delle Monacelle, nella giornata di mercoledì 3 aprile 2019, a partire dalle ore 10:00, il workshop scientifico e divulgativo sul ruolo e sugli impatti che le organizzazioni e le filiere artistico-creative-culturali possono avere sulle dinamiche di sviluppo locale, imprenditoriali ed occupazionali e di crescita delle communities, nonché sulle principali sfide ed opportunità che le organizzazioni intravedono per garantirsi un giusto equilibrio tra libertà di espressione del talento e sostenibilità economica.

Nello specifico, il workshop – coordinato dal Dr. Antonio Lerro del Dipartimento di Matematica, Informatica ed Economia – si colloca nell’ambito del progetto europeo “Creative Lenses” che ha visto impegnata l’Università di Basilicata ed il gruppo di ricerca di Ingegneria Economico-Gestionale – lungo un arco di tempo quadriennale – nell’elaborazione e nello sviluppo di strumenti e metodologie finalizzate a rendere le organizzazioni artistico-culturali e creative più resilienti e sostenibili attraverso il miglioramento dei loro modelli di business e lo sviluppo di capacità strategica ed innovativa ed intende rappresentare un momento di ispirazione, conoscenza, apprendimento e condivisione dove vari attori si incontrano per discutere sulle ragioni e sulle modalità attraverso cui le organizzazioni artistiche, creative e culturali e l’intera filiera possono agire come catalizzatori di processi di innovazione, di trasformazione e di miglioramento sia in termini socio-economici e sia per lo sviluppo locale e delle communities di riferimento.

Principali temi di discussione saranno, nello specifico, le sfide e le opportunità per il miglioramento delle prestazioni interne e degli impatti delle organizzazioni artistiche, creative e culturali, le possibilità e le modalità di dialogo ed interazione tra le industrie culturali e creative ed altre filiere produttive, le potenzialità di nuova imprenditorialità, il ruolo delle organizzazioni artistiche, creative e culturali per lo sviluppo locale, il miglioramento della qualità della vita e la crescita della community, l’importanza ed il ruolo delle policies a supporto di tali dinamiche.

Durante la giornata del 3 Aprile si darà, quindi, spazio agli interventi di organizzazioni, associazioni, imprese ed istituzioni operanti nelle filiere artistico-culturali e creative in Italia e all’estero, nonché di accademici, esperti,  start-uppers ed istituzioni pubbliche e private.

Il programma, nello specifico, prevede nella mattinata, una sessione iniziale istituzionale con saluti e discorsi introduttivi della Prof.ssa Aurelia Sole, Magnifica Rettrice dell’Università degli Studi della Basilicata; dell’Avv. Raffaello De Ruggieri, Sindaco della Città di Matera; della Dott.ssa Patrizia Minardi dell’Ufficio Sistemi Culturali e Turistici – Cooperazione Internazionale della Regione Basilicata; e del Dott. Giovanni Oliva, Segretario Generale della Fondazione Matera-Basilicata 2019. Seguirà, quindi, una sessione plenaria sul tema “Tradurre passione e valori in sostenibilità ed impatti: esperienze nelle organizzazioni culturali” a cui parteciperanno Amelie Snyers del Centro Culturale londinese “Village Underground”, Sarah Massardier del Centro Culturale Stanica di Zilina, Slovacchia, la Dott.ssa Gabriella Antezza project e training manager di Matera-Hub Industrie Creative e Culturali, e il Dott. Gianluca Elia del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento.

I lavori proseguiranno, quindi nel pomeriggio, con tre sessioni parallele tematiche: la prima – coordinata dal Dott. Elia – dedicata alla metodologia ed agli strumenti del “Project Management Canvas” con applicazioni alle organizzazioni culturali; la seconda – coordinata dalla Dott.ssa Daniela Carlucci e dal Dott. Francesco Santarsiero dell’Università di Basilicata – sul tema “Ispirare e stimolare innovazione ed opportunità di business nelle industrie creative e culturali”; la terza – coordinata dagli start-uppers Domenico Dimichino e Lia Brisacani di Slowfunding – sul tema “Creare partnerships tra organizzazioni culturali e business tradizionali”.

I lavori si concluderanno con una tavola rotonda – facilitata dal Dott. Vincenzo Scalcione – sul tema “Ruolo ed impatto delle organizzazioni culturali per lo sviluppo locale e la crescita delle communities: opportunità e sfide”, a cui parteciperanno Giovanni Pompeo del LAMS – Laboratorio Arte Musica Spettacolo; Michela Appio del Centro Culturale Casa Buffalmacco; Amelie Snyers di Village Underground, UK; Sarah Massardier di Stanica, Slovacchia; Fausto Villani del cluster “Basilicata Creativa”; Andrea Paoletti di Casa Netural; Cinzia Lagioia del Distretto “Puglia Creativa”; Roberto Linzalone di IKAM – Centro Studi & Ricerche.

L’organizzazione del workshop – che si svolgerà sia in inglese che in italiano – ha visto il coinvolgimento in qualità di Associate Partners del CLab Unibas, del LICSI – Laboratorio di Innovazione, Creatività e Sviluppo Imprenditoriale dell’Università di Basilicata, del Distretto Produttivo Puglia Creativa, del Centro Studi e Ricerche IKAM, dell’impresa Slowfunding e della piattaforma PlaceUp e gode del patrocinio morale gratuito di Regione Basilicata e Fondazione Matera-Basilicata 2019.

E’ possibile prenotarsi gratuitamente sul sito web dedicato all’evento www.licsi.it/clseminar_matera

 

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS