Petrolio in Val d'Agri e Valle del SauroPrimo Piano

Ing. Antonio Alberti: Occhi aperti sulla soluzione proposta da Eni

ENI vorrebbe continuare la reiniezione dell’acqua di processo semplicemente separando la produzione di gas da quella dell’olio; francamente non si capisce come questa modifica di impianto possa evitare che le acque di processo, probabilmente infiltratesi tra il casing ed il terreno e che probabilmente sono state la causa dell’inquinamento di terreni e falda, non possano continuare ad avere gli stessi effetti, non solo ma le acque di strato, poichè  probabilmente si miscelavano ai numerosi composti utilizzati per fluidificare l’olio durante l’estrazione, divenivano rifiuto tossico, rifiuto che sarebbe ancora presente e che non potrebbe essere reiniettato poichè Rifiuto CER 19.02.04, perciò spieghi meglio ENI come potrebbe una piccola modifica di impianto nel COVA permettere la reiniezione nel Costa Molina 2 e, se ciò fosse tecnicamente possibile, perchè non ha effettuato tale modifica già negli anni precedenti ?

Ing. Antonio Alberti

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com