Il Coronavirus non ferma il 25 aprile, iniziativa online dell’Anpi e Rete Studenti Medi Basilicata

Il 25 Aprile 2020 ricorre il settantacinquesimo anniversario della liberazione dall’oppressione nazi-fascista in Italia. La lotta della Resistenza partigiana rappresenta nella memoria collettiva l’origine, nel nostro Paese, della vita democratica imperniata sulla Costituzione repubblicana.

È di fondamentale importanza celebrare questa ricorrenza, nonostante la situazione di emergenza sanitaria che stiamo vivendo  che rende questo periodo, senza dubbio alcuno, uno dei più drammatici e dolorosi della storia del nostro Paese, dalla conclusione del secondo conflitto mondiale.

La Rete degli Studenti Medi Basilicata e la Sezione ANPI di Potenza da sempre  impegnate nella lotta all’antifascismo e portatrici dei valori della resistenza partigiana, sollecitano il Comune di Potenza a valutare tutte le possibilità, compatibili con le attuali necessarie restrizioni, per portare ai Suoi concittadini il ricordo di quel 25 Aprile, che oggi più che mai  rappresenta un’opportunità per ritrovarsi e riconoscere questa data come patrimonio di tutti.

In prossimità della festa della liberazione l’RSM e l’ANPI hanno inoltre prodotto dei contenuti virtuali, pubblicati sui profili pubblici delle associazioni, sui personaggi coinvolti nella resistenza italiana (come: Tina Costa, Giorgio Amendola, Carlo Rosselli e molti altri), per analizzare storicamente  il ruolo cruciale dei Partigiani italiani e il contributo che essi hanno dato nella creazione della realtà democratica in cui oggi viviamo.

In occasione della celebrazione del 25 aprile è stata organizzata dalle due associazioni in collaborazione con la Rete degli Studenti Medi Lazio e Rete degli Studenti Medi Emilia-Romagna una conferenza per via telematica con un ospite speciale: Marco Damilano, direttore del settimanale L’Espresso, per discutere dell’importanza dell’antifascismo e delle nuove frontiere del totalitarismo che si stanno sviluppando in Europa e nel Mondo.

Si invita quindi la cittadinanza tutta a seguire la conferenza in diretta Instagram e Facebook sui profili della  Rete degli Studenti Medi Basilicata e dell’ANPI di Potenza.

Rete degli Studenti Medi Basilicata
Il Sindacato Studentesco
ANPI Potenza

 

 

Cambierà la forma ma non la sostanza. La Cisl, aderendo all’appello lanciato dall’Anpi, si prepara in tutta Italia per la tradizionale festa della Liberazione che quest’anno, a causa dell’epidemia da coronavirus, non si svolgerà come di consueto in piazza ma sui balconi e alle finestre. Alle 15 si terrà infatti un flashmob domestico e virtuale che prevede l’esposizione del tricolore accompagnato dal canto partigiano di “Bella ciao”. “Il coronavirus non ferma il 25 aprile, anzi lo carica di nuovi significati in un momento difficile per la storia della Repubblica”, spiega il segretario della Cisl lucana Enrico Gambardella. “Sarà un modo rinsaldare lo spirito di comunità che ci sta permettendo di superare la più difficile sfida collettiva dal secondo dopo guerra ad oggi. È un modo per tenere in vita il filo della memoria proprio mentre tanti protagonisti e testimoni di quell’epoca ci stanno lasciando a causa dell’epidemia, con l’auspicio di celebrare tra qualche mese la liberazione da questo maledetto virus”.

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE