Coronavirus, Pittella: “prevalga il senso di responsabilità da qualsiasi banco si parli”

Braia: la Basilicata chieda lo stato di crisi

Per il consigliere del Pd “dinanzi ad emergenze, come questa, che oltre ad essere sanitarie hanno risvolti economici e di tenuta sociale, il senso di responsabilità di ognuno di noi prevale sulla caccia all’errore”

“Su temi emergenziali il presidenti Bardi non esiti ad agire in sinergia con tutto il Consiglio regionale. Dinanzi ad emergenze, come quella del Coronavirus, che oltre ad essere sanitarie hanno risvolti economici e di tenuta sociale, il senso di responsabilità di ognuno di noi prevale sulla caccia all’errore”.

Lo afferma il consigliere regionale del Pd, Marcello Pittella che aggiunge: “In questi giorni si è fatto un gran parlare di ordinanze, provvedimenti e comunicazioni sbagliate sulle quali mi esimo dall’esprimere qualsivoglia valutazione. Sottolineo però che mai come in questi casi sia necessaria la politica, intesa come capacità di relazioni più ampie, di ascolto e di condivisione delle esigenze in una scalarità di priorità, affidate ai vari livelli istituzionali, dal nazionale al locale. E se lo stesso Bardi ha ammesso un’assenza in questo senso, faccio appello affinché si riparta e ci si prepari tutti insieme onde evitare ulteriori problemi legati al blocco di molti comparti in tutto il Paese. La proposta è che si appronti un decalogo di cose da fare in uno alle richieste da rivolgere al governo nazionale”.

“Si convochino – dice – i sindaci che sono l’anello più prossimo ai cittadini, si discuta con i settori agroalimentare e produttivo, con i sindacati e le parti datoriali sulle eventuali ricadute e su come affrontarle; allo stesso modo ci si raccordi con l’Università e l’Ufficio scolastico regionale. É indubbio e rassicurante l’assenza di casi di Coronavirus in Basilicata, ma è altrettanto indubbio che le misure adottate nei giorni scorsi dai vari livelli istituzionali in uno alle paure di noi tutti stanno modificando stili di produzione e consumo”.

“Ecco perché è importante – prosegue Pittella – mantenere la guardia alta sul versante sanitario e muoverci per tempo negli altri settori. Proviamo ad arginare le perdite nell’economia lucana, a non frenare l’export e il turismo soprattutto nel materano. Si strutturi cioè una cornice entro la quale muoversi e si agisca in maniera unitaria per dare più forza alle eventuali iniziative che, se lasciate al singolo, rischiano di essere improduttive, se non controproducenti”.

“Un’emergenza – conclude – non ha colore politico, ma impone l’obbligo dell’impegno comune, da qualsiasi banco si parli. Sono certo che il Presidente coglierà il mio invito e lavori per superare questo momento”.

 

Il consigliere di Italia Viva Braia invita la Giunta Bardi a chiedere immediatamente al ministro Franceschini e al Governo nazionale  interventi economici e in materia fiscale per gli operatori dei settori Turismo, Agricoltura e Cultura-Spettacolo

“Ribadiamo ancora oggi, come richiesto in Consiglio, la nostra richiesta al Governo regionale rispetto a  provvedimenti regionali o a un intervento nazionale affinché la Basilicata sia considerata tra le regioni  che stanno subendo danni anche economici oltre che di immagine, per gli effetti diretti e indiretti che si stanno registrando su comparti per noi vitali come turismo, agricoltura, partite Iva (professionisti, commercianti, artigiani ecc.). Questi i settori che, con l’emergenza coronavirus rischiano di essere messi in ginocchio e avere le conseguenze peggiori da una ripresa che sarà per forza maggiore, lenta e con date e scadenze che potrebbero saltare. Come per la Puglia, il cui governatore Emiliano ha già avanzato la richiesta al ministro Franceschini, sono comparti fondamentali per  l’economia della Basilicata”. Lo dichiara il consigliere regionale, Luca Braia, capogruppo Italia Viva.

“Contributi straordinari per mancati incassi adeguati al settore – prosegue Braia – attenzione, compensazione delle perdite, gestioni delle penali, sospensione del pagamento di imposte e contributi Inps e Inail e rate di mutui, accesso per le imprese agli ammortizzatori sociali ordinari esistenti e straordinari e a fondi di sostegno al reddito, forme di accesso agevolato al credito: queste alcune delle proposte di cui ci facciamo promotori, affinché la Regione Basilicata si attivi e possa portarle tra le istanze indifferibili a salvaguardia dell’economia regionale tutta. Si stanno, infatti, annullando spettacoli, eventi, iniziative, concerti, tournée regionali e nazionali, le scuole di ogni ordine e grado stanno, ovviamente, rinunciando ai viaggi di istruzione e uscite didattiche anche sul territorio oltre che alle varie iniziative pubbliche destinate agli studenti (matinée, premi, spettacoli, ecc.) di ogni ordine e grado. Già oggi si registrano drammatici crolli delle prenotazioni di voli (su Bari e Napoli) e di conseguenza di soggiorni per Pasqua e per la prossima estate, si stanno annullando le gite scolastiche di primavera e Matera, insieme alla Basilicata tutta, ne risentirà sicuramente il peso, compreso il comparto agroalimentare, identitario del nostro turismo e componente essenziale del pacchetto promozionale ‘Basilicata’”.

“Riteniamo, come Italia Viva insieme al consigliere Polese – conclude Braia – che vi sia l’esigenza improcrastinabile di attivare provvedimenti straordinari e urgentissimi a tutela delle imprese di questi settori e dei lavoratori  coinvolti, a vari livelli, per fronteggiare l’emergenza che si verrà a determinare sicuramente nei mesi a seguire.“

Il Coronavirus al tempo delle fake news, l’informazione educhi all’uso corretto della notizia

Il Covid-19 ci ricorda l’insostituibilità della Sanità Pubblica

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE