Emergenza Coronavirus

Consegna scudi facciali al 118 di Viggiano da parte del collettivo Officine Mediterranee



In data 18 aprile l’associazione Syskrack Giuseppe Porsia in collaborazione con il collettivo officine Mediterranee ha provveduto alla consegna degli scudi facciali alla postazione del 118 di Viggiano.

Qualche settimana fa abbiamo intervistato David Tedde che con la sua TrampWeb sta collaborando con il progetto Officine Mediterranee:

 

Creatività e innovazione. Sono questi gli ingredienti del successo dei cosiddetti FabLab, letteralmente “laboratori di fabbricazione” che, attraverso la stampa 3D permettono ai Maker di realizzare le proprie idee. Si tratta di vere e proprie officine che forniscono agli utenti servizi personalizzati per la produzione di qualsiasi tipo di oggetto, reale o virtuale, secondo i principi che regolano l’artigianato digitale. Ma cosa succede quando innovazione e emergenza sanitaria si incontrano?

Da creativi, ci siamo subito interrogati su come poter utilizzare le competenze e le tecnologie a nostra disposizione per contrastare la penuria di DPI che in questo momento servono alle strutture ospedaliere del Paese per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Ad un certo punto la rete nazionale dei FabLab ha lanciato un’appello a tutti i laboratori affinché si unissero nella realizzazione di dispositivi da donare a tutti coloro che stanno in prima linea. Così abbiamo rispolverato il progetto Officine Mediterranee, un collettivo che unisse i FabLab, i makers e i privati sotto un unico stendardo al fine di avere il più grande apporto di competenze possibile.

Il progetto ha avuto sin da subito un’eccellente risposta, infatti, dopo appena qualche settimana dall’attivazione del network, abbiamo cominciato a ricevere le prime richieste da parte del personale sanitario. Da un punto di vista produttivo il nostro assetto è classificabile all’interno del piano C, intervieniamo lì dove i metodi di produzione primaria non riescono a soddisfare a pieno la domanda di dispositivi di protezione.



Abbiamo consegnato nelle ultime settimane:

– 500 scudi facciali per il 118 Basilicata

– 20 scudi facciali per il 118 di Viggiano

– 90 adattatori per maschere Decathlon alla Regione Basilicata

– 30 valvole Charlotte e Dave per maschere Decathlon alla Regione Basilicata

– 10 scudi facciali alla Residenza Protetta per Anziani “Sant’Antonio” a Colobraro (MT)

– 12 scudi facciali alla Guardia Medica di Potenza

– 70 scudi facciali al “Don Uva” di Potenza

– 5 scudi facciali ai medici del Consultorio Ginecologico di Potenza

– 1 Aeorosol Box per l’Ospedale “Madonna delle Grazie” di Matera

– 20 scudi facciali al gruppo Volontariato Protezione Civile “Falco” di Bacoli (NA)

– 10 scudi facciali a “Flegrea Lavoro” di Bacoli (NA)

– 5 scudi facciali all’associazione “Pozzuoli Solidale” di Pozzuoli (NA)

– 35 scudi facciali al reparto Geriatria dell’Ospedale “San Carlo” di Potenza

– 10 scudi facciali al reparto Ematologia dell’Ospedale “San Carlo” di Potenza

Questi particolari FACE SHIELDS sono un progetto di officine Mediterranee e il design è frutto di un adattamento di Francesco Ostuni, sono una sorta di caschetto protettivo composto da elementi stampati in 3D e fogli in PVC (disponibili nelle cartolerie), indispensabili a proteggersi dal contagiosissimo “effetto droplet”, ovvero la nebulizzazione di goccioline di saliva a seguito di colpi di tosse. Gli scudi facciali o face shield sono in produzione H24 grazie ai makers di tutta la Basilicata e anche in Puglia e Campania i quali stanno lavorando ininterrottamente e gratuitamente.

Nei prossimi giorni avverrà anche la consegna agli operatori del 118 di villa d’agri.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close