Primo PianoLavoro e Salute

Il comitato “Uniti per la Val d’Agri” chiede incontro su situazione Ospedale di Villa d’Agri


Dopo la notizia della revoca definitiva del decreto che poneva il vincolo di pubblica utilità sui terreni in località Cappella, individuati per la realizzazione del nuovo ospedale per acuti del Lagonegrese, la regione continua nella sua strategia di riordino della sanità pubblica regionale, puntando sempre sull’ospedale unico a Lgonegro in altre sedi e riorganizzazione degli altri presidi tra cui Chiaromonte e Villa d’Agri.
Sono proprio i comitati che adesso cercano delle risposte, tra cui quello di “Uniti per la Val d’Agri” che ha inviato una lettera ai sindaci dei 19 comuni che gravitano attorno all’ospedale di Villa d’Agri per sollecitare l’incontro con Presidente della Giunta Regionale, Assessore alla Salute e Dirigenti Sanitari ASP Potenza e AOR San Carlo.
Di seguito riportiamo la lettera.

“Dopo l’ultimo incontro tenutosi il giorno 07/06/2016 presso la Sala Consiliare del Comune di Marsicovetere, alla presenza del Presidente Pittella, dell’Assessore alla Salute Franconi e dei Dirigenti Sanitari del San Carlo e dell’ASP Potenza, nel quale il Governatore ci congedava con la promessa di incontri a breve termine nei quali si sarebbe discusso, approfonditamente, del destino dell’Ospedale di Villa d’Agri, ad oggi, NULLA E’ ACCADUTO!
Nel frattempo, nel nostro nosocomio si sono verificati degli eventi (trasferimento della sede del 118, farmacia territoriale etc.), che aumentano ancor di più le preoccupazioni circa la sorte del nostro Ospedale.
Dalla riforma sanitaria (passaggio degli Ospedali per acuti con il San Carlo), i problemi sono rimasti invariati e non si intravedono soluzioni a breve.
In questi giorni si è letto di incontri con i Sindaci di altri territori nei quali il Presidente è entrato nei dettagli circa il Piano di Riorganizzazione Sanitaria Regionale.
In tutti i territori tranne che in Val d’Agri, dove le sorti dell’Ospedale probabilmente non interessano nessuno.
Lo scrivente Comitato invita i Sindaci della Val d’Agri a farsi promotori di un incontro con i vertici regionali, da tenersi nel più breve tempo possibile, (possibilmente non fra un anno), per dare risposte certe alle aspettative della popolazione valligiana.

Il Presidente del Comitato “Uniti per la Val d’Agri”
Michele Branda

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com