Curiosità, Notizie dall'Italia e dal Mondo

Capodanno 2022: cosa sarà permesso e cosa no? Il punto


L’Italia si prepara a celebrare il secondo Capodanno in pandemia. Rispetto allo scorso anno, quando tutto il Paese diventava zona rossa durante le festività, le restrizioni saranno meno severe e i cittadini potranno godere di maggiori libertà. Tuttavia, la rapida e costante crescita di contagi da coronavirus dovuta al dilagare della variante Omicron ha spinto il governo a prendere ulteriori precauzioni

Lo scorso venerdì 23 dicembre sono state così annunciate le misure del Decreto festività, valide fino al 31 gennaio 2022, che hanno chiarito se e come saranno permessi pranzi, feste, mascherine, spostamenti e assembramenti. Ecco tutte le regole per questo Capodanno.

COSA SI PUÒ FARE: FESTE IN CASA – Nessun divieto in vigore per celebrare la notte di San Silvestro in casa tra amici e parenti. Non ci saranno nemmeno limitazioni al numero degli invitati. Se infatti lo scorso anno il governo Conte aveva stabilito che si potessero invitare a casa solamente due persone, quest’anno non ci si dovrà preoccupare di quanti ospiti invitare. Questo non significa che non si corrano pericoli a ospitare troppe persone in ambienti al chiuso, come ha sottolineato il ministro della Salute Roberto Speranza (in foto), nel presentare in conferenza stampa le nuove norme contro la pandemia. “Il governo ha innalzato il livello delle precauzioni. Arrivano giorni festivi, i giorni di Natale e Capodanno, ed è importante che i comportamenti individuali siano adeguati: massima attenzione, prudenza, mascherine, igiene e distanziamento“.

CENONE AL RISTORANTE – Non ci sarà bisogno nemmeno di disdire la prenotazione per il veglione di Capodanno al ristorante: le cene fuori casa restano consentite. Al tavolo ci si potrà però sedere solo se in possesso di Super Green pass: solo i vaccinati contro il coronavirus o i guariti dall’infezione potranno farlo, non invece chi ha ricevuto il pass in seguito all’esito negativo di un tampone. Lo stesso vale anche solo per consumare un caffè al bancone dei bar. Quale sarà però l’effetto delle nuove regole sulle prenotazioni degli italiani al ristorante è ancora da capire del tutto. In Toscana, ad esempio, poche ore dopo l’annuncio delle norme per le festività, il 50% di chi aveva prenotato ha deciso di disdire. “Il quadro che emerge è preoccupante”, ha scritto in una nota Nico Gronchi, presidente Confesercenti Toscana.

COSA NON SI PUÒ FARE: DISCOTECHE – Dal prossimo 30 dicembre e fino al 31 gennaio 2022 dovranno chiudere di nuovo tutte le discoteche sul territorio italiano. La decisione è stata una delle più controverse del nuovo decreto.

COSA NON SI PUÒ FARE: CAPODANNO IN PIAZZA – Vietati per la vigilia anche “gli eventi, le feste e i concerti, comunque denominati, che implichino assembramenti in spazi all’aperto”. Per il secondo anno di fila non ci saranno quindi festeggiamenti in piazza.

Le nuove regole anti-Covid: al bar solo col vaccino, obbligo di mascherina all’aperto in tutta Italia

SPOSTAMENTI E TRASPORTO PUBBLICO – Il premier Mario Draghi e la sua squadra di governo hanno deciso di non inserire nel decreto limitazioni alla libertà di spostamento degli italiani. Anche durante gli ultimi giorni dell’anno resteranno valide le regole già in vigore. Con il proprio mezzo ci si può spostare liberamente da un comune all’altro, e da una regione all’altra, in zona bianca e in zona gialla. La situazione cambierebbe se qualche territorio entrasse in zona arancione, anche se al momento non è una possibilità così vicina. In questa fascia di rischio è infatti necessario essere in possesso di Green pass per spostarsi verso altri comuni e regioni, se non per motivi di lavoro, salute o necessità. Diverso il discorso del trasporto pubblico, punto sul quale le nuove norme sono invece intervenute. La novità principale è l’obbligo di indossare una mascherina FFP2 qualunque sia il mezzo su cui si sta viaggiando: bus, metropolitane, treni ad alta velocità, aerei, navi.

MASCHERINE FFP2 – L’obbligo di indossare le mascherine FFP2 non è stato limitato al trasporto pubblico. In ragione della protezione più elevata che garantiscono contro la trasmissione dell’infezione da coronavirus, le FFP2 saranno l’unico tipo di mascherine consentito per poter accedere a qualsiasi spettacolo aperto al pubblico, sia che si svolga al chiuso che all’aperto, nei musei, a eventi e competizione sportive, anche queste senza distinzione tra quelle al chiuso o all’aperto.

MASCHERINE ALL’APERTO – Durante le vacanze e fino al 31 gennaio sarà anche obbligatorio indossare le mascherine all’aperto. La regola si applica senza differenziare tra regioni sulla base del colore ed è quindi in vigore anche in fascia bianca. Per fare una passeggiata sarà però sufficiente la mascherina chirurgica.

VIAGGI ALL’ESTERO – Chi ha prenotato un viaggio all’estero non dovrà cancellare la prenotazione. Il turismo in uscita dall’Italia resta consentito.

FONTE SKYTG24

 

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com