Curiosità dal Mondo e attualitàPrimo Piano

La sostenibilità parla lucano. A Roma i giovani dell’ ITS Academy di Basilicata sono secondi su 50


L’ITS Academy di Basilicata si aggiudica il secondo posto nella categoria “Sostenibilità” della competizione nazionale ITS 4.0. 2024 organizzata dalla Ca’ Foscari in collaborazione col MIM e svoltasi a Roma il 5 luglio scorso.
Più di cinquanta gli ITS in gara e provenienti da tutta Italia; cinque le macro-categorie oggetto della sfida (Fabbrica Intelligente, Moda e Design, Sostenibilità, Servizi Digitali e Tecnologie Immersive); tre i minuti a disposizione per presentare, sul palco del Tempio di Adriano, il frutto di un lavoro di sei mesi e stupire la giuria. Poi la proclamazione.
La sostenibilità parla lucano: ha la voce, i sogni e i talenti degli allievi del IV ciclo del percorso per “Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici” dell’ITS Academy di Basilicata.
Michele Caggianese, Piero Guglielmi, Giovanni Iannelli, Michele Pio Larotonda, Ivan Mancini, Angelo Mancusi, Vito Sabato e Gabriele Tramutola vincono l’ITS 4.0 day 2024 presentando il prototipo SWSW (Save Water for Saving the World – Recuperare l’acqua per salvare il mondo), realizzato sotto la guida del docente/coach Nicola Scavone e coadiuvati dal tutor Mario Paternò.
SWSW è un impianto di recupero idrico che raccoglie tutte le acque grigie (acque contenenti sostanze grasse, detergenti, sbiancanti e altri composti inquinanti che normalmente andrebbero disperse dopo l’utilizzo) in una vasca di accumulo. Grazie ad un sistema di filtri e prefiltri l’acqua grigia viene rimessa in circolo nell’impianto; viene depurata e resa riutilizzabile per sanitari, elettrodomestici o giardino. Un PLC monitora l’efficienza, le perdite e il recupero dell’impianto.
In questo modo si fronteggia l’emergenza idrica ottenendo anche un risparmio di consumo di acqua, con evidenti riduzioni di bolletta; e si sviluppa, nelle giovani generazioni, una cultura della sostenibilità, ispirando modelli di comportamento ecosostenibili.
Lo aveva detto il Prof. Micelli, presidente esecutivo di Upskill 4.0 e responsabile scientifico del progetto ITS 4.0, di aspettarsi grandi cose dagli allievi dell’ITS Academy di Basilicata. E così è stato. Oltre alla vittoria, SWSW ha già raccolto l’interesse di potenziali stakeholder e ci sono già numerosi appuntamenti in agenda per presentare il prototipo ad eventuali business angel. E poi c’è il Maker Faire Roma 2024, dove i ragazzi parteciperanno di diritto come espositori poiché vincitori del progetto ITS 4.0.
Giuseppe Paternò, Presidente dell’ITS Academy di Basilicata, esprime grande soddisfazione per il risultato, che “conferma la qualità dei nostri percorsi e dei nostri ragazzi. Ma il risultato più importante è vedere quei sorrisi sui volti dei nostri super-inventori, che completano, con l’ITS 4.0 day, un semestre che è stato un percorso di crescita umana e professionale. I ragazzi hanno guadagnato autostima, sviluppato capacità relazionali e di lavoro in squadra e guardano al futuro con maggiore fiducia in se stessi e nelle loro capacità”. Già si pensa alla prossima sfida ITS 4.0? Sicuramente dipenderà dalle sollecitazioni delle aziende e dalla creatività dei super-inventori che vorranno iscriversi al percorso per il biennio 2024-2026. Ricordiamo che c’è tempo fino al 31.7.2024 per iscriversi al V ciclo del percorso ITS per “Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici” e portare nelle aziende competenze tecniche, ma anche idee e innovazione, perché sul binomio competitività e competenza si gioca il posizionamento del tessuto produttivo sul mercato; su competitività e competenza punta l’ITS Academy di Basilicata per garantire l’occupazione ai “talenti del fare” lucani.

Articoli correlati

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com