Eventi in Basilicata

Avis Marsicovetere: “il sangue umano non è fonte di profitto”



Qualche giorno fa è apparso sugli organi di stampa una netta presa di posizione da parte del Centro Nazionale Sangue e del Civis in merito alle critiche mosse da un medico ad una trasmissione televisiva di denuncia su Italia 1 secondo il quale il sangue in Italia verrebbe “venduto e comprato più volte dallo stato”. In Italia la Legge consente solo la compensazione tra Regioni (gli emocomponenti vengono spostati da regioni eccedentarie verso regioni che sono in carenza, spesso per motivi legati alla epidemiologia delle malattie – vedi emoglobinopatie – che richiedono supporto trasfusionale cronico) a tariffe (che coprono esclusivamente i costi sostenuti per la raccolta e qualificazione biologica del sangue donato) stabilite con apposito decreto.

Seguendo i princìpi etici fondanti del Sistema sangue nazionale, la donazione di sangue è volontaria, periodica, responsabile, anonima e non remunerata. Il sangue umano non è una fonte di profitto e le terapie trasfusionali e i medicinali plasmaderivati prodotti grazie al plasma donato devono essere erogati in maniera equa, imparziale, omogenea e senza alcun costo per i pazienti.

Da queste righe, anche noi come AVIS di Marsicovetere, difendiamo il fondamentale ruolo dei donatori, quale caposaldo per una donazione etica, volontaria, generosa, non remunerata e senza la quale non sarebbe possibile curare i pazienti che necessitano di trasfusioni o farmaci plasmaderivati. Il loro è un gesto prezioso e un ruolo insostituibile per la collettività intera.



Essere un donatore associato significa essere una persona informata e preparata e sa che il suo sangue o il suo plasma viene raccolto in forma anonima e gratuita ed è a disposizione del Sistema Sanitario come bene pubblico.

Perciò invitiamo tutti, sabato 13 giugno dalle ore 07:30, a donare in sicurezza e responsabilmente nel nostro centro di raccolta che ha sede  presso i locali sociali al Kiris Hotel.

Con l’occasione ricordiamo che prima di recarsi presso la nostra sede è bene che il donatore si accerti a casa di non avere febbre; che saranno assicurate le norme di sicurezza e sarà garantito loro il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale; che è assolutamente importante giungere con mascherina e guanti; che in fase di compilazione del questionario nella sala di accoglienza è raccomandato di distanziarsi; che prima di ogni donazione il medico responsabile della selezione sottoporrà il potenziale donatore a visita medica per escludere anche l’eventuale presenza di sintomi associabili all’infezione da Sars-CoV-2; che a conclusione della seduta verrà rilasciato il certificato di avvenuta donazione.

 

                                                                                                          Il Presidente Marta Binetti 

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close