Primo PianoCronache

Arrestato dai Carabinieri l’assassino del giovane originario di Melfi

Si chiama Massimo Fantauzzi, di professione pizzaiolo, ha 46 anni ed è il presunto assassino del giovane 21enne Rom, originario della Basilicata, di Melfi, in provincia di Potenza, Antonio Bevilacqua, ucciso nella notte tra il 15 e 16 settembre, in Abruzzo, a Montesilvano, in provincia di Pescara, nel pub “Birra Mi”.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Pescara e del Comando di Montesilvano, dopo averlo braccato durante una latitanza durata 8 giorni è stato arrestato nella mattinata di ieri, sabato 23 settembre. L’uomo, dopo un litigio aveva preso un fucile da casa, poco distante dal pub, e intorno alle ore 3.00 era andato nel locale, in via Verrotti, sparando un colpo in faccia al Bevilacqua.

Le forze dell’ordine erano sulle sue tracce già dopo qualche ora dall’omicidio e avevano perquisito la sua abitazione trovando altre armi, ma non il fucile e il 46enne era poi fuggito a bordo della sua moto Honda CDR 600 di colore rosso, che se ne era disfatto lanciandola in un torrente.

 

 

Oramai molto stanco, stremato dal freddo e dalla fame e sapendo di essere stato scoperto si è consegnato ad una pattuglia di Carabinieri che perlustrava una zona nei pressi di Montesilvano Colle, non molto distante dalla sua abitazione, ammettendo anche le proprie colpe, e a quanto pare l’omicidio è stato commesso soltanto dopo un semplice litigio e non legato a nessuna organizzazione criminale, ma tutti i dettagli saranno forniti domani, durante una conferenza stampa che si svolgerà alle ore 11.00, presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Pescara.

Rocco Becce robexdj@gmail.com

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS