Cucina e Prodotti tipici

Agia-Cia Tricarico: “Coltiviamo benessere” la sfida dei nostri giovani lucani


“Coltivare benessere” questa la sfida dell’Associazione giovani imprenditori agricoli di Cia Tricarico, lanciata nel corso dell’immancabile appuntamento annuale.

Quei ragazzi che nel 1977 arrivarono da tutt’Italia a Borgo Taccone (Irsina), hanno avuto la vista lunga a riprova che il futuro della regione e del Paese è nella “terra”, tra i messaggi chiave dell’incontro aperto con i saluti di Paolo Carbone Cia Tricarico, Antonio Miseo, Agia-Cia Tricarico e dell’Assessore Comunale Giuseppe Montesano. In video, invece, l’Assessore Regionale alla Salute e Politiche Sociali Rocco Leone che, senza mezze misure, ha esaltato il ruolo dell’agricoltura lucana nel produrre cibo sano, lanciando spunti importanti su mense a “chilometro corto” ed educazione alimentare nelle scuole.

“Da un punto di vista economico, una cattiva alimentazione porta a significativi effetti, in termini di aumento dei costi che gravano sui sistemi sanitari e in termini di perdite di produttività per il sistema economico -ha sottolineato l’assessore alla Salute-. Gli agricoltori svolgono un ruolo importante su questo versante, per questo diventa sempre più importante una sinergia tra il dipartimento che guido e l’assessorato all’agricoltura sul binomio cibo-benessere”.

Caterina Salvia vicepresidente esecutivo di Legacoop Basilicata, ha rilanciato nel corso dell’incontro la necessità di rendere operativa la legge sull’agricoltura sociale. A soffermarsi sul ruolo multifunzionale dell’agricoltura e dell’impegno del settore nella produzione sostenibile di cibo sano, i Presidenti Provinciali di Cia Matera, Giuseppe Stasi e Cia Potenza, Giannino Lorusso.

Nel corso dell’incontro la ricercatrice del CREA di Rende, Gabriella Lo Feudo, parlando dell’importanza di un’informazione accessibile a tutti, ha portato l’esempio dell’etichetta narrante per l’accesso all’informazione alimentare per non vedenti. Vitina Marcantonio e Giuseppe D’Alessandro, di Mediterraneo Biodiverso e il coordinatore Cia Basilicata, Donato Di Stefano, hanno fatto una panoramica sulle opportunità in corso per il settore tra bandi regionali e nazionali.

In conclusione, sono state presentate le buone pratiche lucane del Consorzio dei Fagioli IGP di Sarconi con il suo Presidente Antonio Racioppi, dell’Azienda Custode di Tricarico CORONA M&D curata dalla Dottoressa Rosa Montesano e della cooperativa la RIpartenza di Rivello.

Per Rudy Marranchelli, vicepresidente nazionale di Agia-Cia, l’appuntamento di Tricarico continua a rivestire un’importante valenza nazionale per la qualità dei contenuti che riesce a far emergere. Oggi più che mai, bisogna sottolineare il ruolo sociale, socio-sanitario e ambientale che l’agricoltura gioca non solo sul panorama regional,e ma in tutto il mondo. “L’agricoltura dovrà sostenere e favorire il benessere del suolo, delle piante, degli animali, degli esseri umani e del Pianeta, come un insieme unico e indivisibile. Durante l’incontro è emerso come il benessere degli individui e delle comunità non può essere separato dal benessere degli ecosistemi. Un suolo sano produce cibi sani, che favoriscono il benessere degli animali e delle persone -ha dichiarato Marranchelli-. Il benessere deve riguardare la totalità e l’integrità dei sistemi viventi. Questo principio non è semplicemente l’assenza di malattie, ma il mantenimento di un benessere fisico, mentale, sociale e ambientale. Le naturali difese immunitarie, la capacità di ripresa e la rigenerazione sono i punti chiave caratteristici del benessere”.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com