SportPrimo Piano

Testa a testa rossoblù

Il Paternicum per miglior differenza reti chiude il girone d’andata davanti al San Cataldo.

PATERNO: Dopo le prime 15 giornate, è tinta di rossoblù la vetta della classifica di Promozione Lucana.

Il Paternicum batte l’Atletico Rapone per 3 a 1 dopo esser passato in svantaggio e raggiunge i bellesi, usciti sconfitti dal campo dell’Elettra Marconia 5 a 2.

Con un algoritmo simile a quello che vede l’Inter in testa al campionato di serie A, i Valligiani si ritrovano con gli stessi punti in classifica del San Cataldo (31), ma davanti per miglior differenza reti nonostante la sconfitta nello scontro diretto.

Sotto uno a zero con il gol siglato da Cerone, i ragazzi di mister Cirigliano sono riusciti a superare l’ostacolo Atletico Rapone con le reti messe a segno da Fratantuono, Petrocelli su punizione e Falvella.

Perde il passo delle prime due il Tito, punito dalla rete di Picaro a Viggiano e distante 7 punti dall’accoppiata in testa, mentre si rilancia al terzo posto, con 5 punti di ritardo, l’Oraziana Venosa, vittoriosa 3 a 1 sullo Sporting Lavello.

Completato il primo giro di boa, abbiamo intercettato il D.S del Paternicum Leonardo Coviello, che ha analizzato per noi la prima parte di stagione della sua squadra.

Queste le sue parole: “Dopo un inizio di campionato in salita, dove un gruppo completamente nuovo aveva bisogno di conoscersi, siamo riusciti ad ottenere ben 11 risultati utili consecutivi.

D’altro canto abbiamo ahimè perso punti preziosi per strada nonostante ottime prove come a Bernalda contro l’Elettra Marconia, o dove ha prevalso la sfortuna come a Banzi e a Potenza.

Tirando le somme, sono estremamente soddisfatto del comportamento della squadra che nonostante gli infortuni subentrati a stagione in corso è riuscita a piazzarsi lì dove volevamo essere.”

Soffermandosi sulla mancata qualificazione alla finale di Coppa Italia ed il mercato che potrebbe rendere ancor più competitivo l’organico, Coviello ha così commentato:

“Anche la Coppa Italia era un nostro obbiettivo, siamo ancora delusi per quanto accaduto nella semifinale di ritorno a Venosa, ma siamo stati altrettanto bravi a rialzare la testa.

 Auguro alle finaliste Oppido e Oraziana Venosa di fronteggiarsi nei valori che contraddistinguono il nostro sport.

Sul mercato, dopo il recupero degli infortunati Dianò, Lobosco e Petrocelli, dobbiamo sostituire Marchesano A. poiché la sua stagione può dichiararsi conclusa dopo la rottura del legamento crociato, e quindi arriverà sicuramente in questi giorni un difensore centrale, ma allo stesso tempo restiamo vigili se dovessero presentarsi ghiotte opportunità.”

Chiusura  sul girone di ritorno:

“Proveremo a partire con il piede giusto domenica in casa contro il Montalbano per affrontare la sosta in vetta e preparare nel migliore dei modi il big match del 5 gennaio a San Cataldo che potrebbe valere il campionato.”

MARCO QUAGLIANO

 

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS