Scontro Cicala-Cupparo. L’assessore: “iniziativa di Viggiano tavolino istituzionale”. La replica di Cicala: “parole offensive soprattutto nei confronti dei lavoratori”

Divampa la polemica all’indomani dell’incontro tenutosi a Viggiano sul tema occupazione e situazione economica nell’indotto Eni, promosso dal Comune di Viggiano ed al quale hanno partecipato oltre al Presidente del Consiglio regionale Cicala e al Consigliere regionale Aliandro, anche tanti sindaci, lavoratori, sindacati, aziende e la multinazionale Eni.

Stamattina con un nota stampa l’Assessore alle attività Produttive della Regione Basilicata, Francesco Cupparo, attacca il Sindaco di Viggiano ed il Presidente del Consiglio Regionale. Una bagarre che sicuramente può aprire una vera e propria crisi all’interno del Consiglio Regionale.

L’Assessore Cupparo sottolinea: “I tavoli istituzionali si fanno nelle istituzioni e senza confusione di ruoli tra presidente di giunta e presidente del consiglio e, soprattutto, senza sostituirsi ai sindacati che fanno il proprio mestiere.”  Aggiunge definendo l’iniziativa tenutasi a Viggiano “a metà strada tra la manifestazione di protesta e un ‘tavolino istituzionale’.”

Continua:“Preferisco pertanto pensare che l’iniziativa di Carmine Cicala, che evidentemente ha dimenticato per un giorno di essere il presidente del Consiglio regionale, rappresentante istituzionale e garante di tutto il Consiglio, sia solo un incidente di percorso dovuto inconsapevolmente a una sottovalutazione e, forse, a pressioni venute da ambienti del suo partito in Val d’Agri. Come voglio pensare che il protagonismo del sindaco di Viggiano sia stato dettato dalla reale volontà di dare un contributo alle problematiche del comprensorio petrolifero e che la sua sia una semplice dimenticanza di invito all’assessore alle Attività produttive che ogni settimana tiene incontri al Dipartimento sulle stesse problematiche. Come sanno bene tutti i sindaci della Val d’Agri che in Regione hanno sempre trovato la porta aperta per il confronto, la concertazione con l’Eni è tuttora in corso e richiede idee chiare e nervi saldi.

L’Assessore inoltre parla anche di protagonismo che nuoce all’immagine della giunta e conclude dicendo: “Altri farebbero bene invece a fare qualche passo indietro tenuto conto che non ci sono e non ci saranno mai territori e questioni di competenza personale o di una sola parte politica, specie se riguardano l’interesse dell’intera comunità regionale.

Tempestiva è stata la replica del Sindaco di Viggiano, avv. Amedeo Cicala, che in un video pubblicato sulla sua pagina facebook, definisce “offensive” le parole dell’Assessore, sia nei confronti del Consigliere Aliandro che dei tanti amministratori locali presenti all’incontro, dei Rappresentanti sindacali e datoriali, di Eni e delle Aziende, ma “ancor più offensive nei confronti dei tanti lavoratori preoccupati per il loro futuro”.

Il Sindaco nel suo video chiede anche al Presidente Bardi “più attenzione ai territori ed in particolar modo alla Val d’Agri”, infine il primo cittadino di Viggiano conclude: “il Presidente del Consiglio non risponde per garbo istituzionale e per via del suo ruolo terzo, ma ha sollecitato la convocazione del tavolo delle trasparenza  prendendo anche l’impegno di sollecitare la Regione ad accelerare su temi importanti di economia ed occupazione”.

Di seguito il video del Sindaco Cicala:

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE