Primo PianoSocietà e Cultura

Sarconi: “Rallentare! Qui i bambini giocano ancora per strada”

Il sindaco: "I bambini sono il nostro futuro, dobbiamo fare le scelte in base a loro"


“Attenzione rallentare. In questo paese i bambini giocano ancora per strada”. Ha il vantaggio di poterlo fare visto che non è proprio una metropoli, ma è comunque un gesto simbolico quello di Sarconi, provincia di Potenza, nel cuore della Basilicata. Una sfida alla sagra dei divieti che dalle piazze alle spiagge impazzano invece nei Comuni italiani: vietato giocare a palla, vietato saltare la corda, rincorrersi, darsi spinte, fare schiamazzi.

Nei giorni scorsi il sindaco Cesare Marte e la sua giunta hanno deciso di far installare due cartelli stradali agli incroci più importanti del paese per avvertire gli automobilisti del motivo principale per cui gli si chiede di andare piano: la possibile presenza di bambini in strada a giocare. Aumentando così il numero di comuni che hanno sposato questa filosofia.

Sul cartello ci sono disegni che raffigurano bambini che saltano la corda, vanno sul monopattino, corrono dietro a un pallone. Poco più di 1.400 abitanti, 157 entro i 14 anni e appena sette nuovi nati nel 2017, la curva demografica qui sarebbe molto negativa se non fosse salvata dalla presenza di stranieri: rumeni e marocchini soprattutto.

In cima alla classifica regionale per quantità di raccolta differenziata grazie al porta a porta (oltre il 90%), famoso per la sagra del fagiolo Igp, proprio per questo Sarconi pensa ai suoi bambini: “Sono loro il nostro futuro. È a loro che dobbiamo pensare quando facciamo le nostre scelte” dice il sindaco.

ERNESTO FERRARA – FONTE: REPUBBLICA.IT

 

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com