Lavoro e Salute

Rinnovo ccnl metalmeccanici, continua la mobilitazione per riaprire la trattativa


Grande adesione delle lavoratrici e dei lavoratori metalmeccanici delle aree industriali di Potenza e Tito allo sciopero di due ore indetto ieri dai sindacati FIM FIOM UILM di Basilicata per la riapertura della trattativa, interrotta da Federmeccanica, per il rinnovo del contratto nazionale.

Allo sciopero si è registrata una adesione molto alta e durante le assemblee si è manifestata l’urgenza di un contratto collettivo nazionale che ridistribuisca gli utili prodotti e che rafforzi i diritti.

Il contratto dei metalmeccanici interessa un milione e mezzo di persone che hanno bisogno di vedere riconosciuto adeguatamente il loro lavoro e non di continuare a restare fermi al palo come è successo negli ultimi anni, così come pensa Federmeccanica,

L’attacco al contratto collettivo nazionale del lavoro da parte di Federmeccanica nasconde la volontà di sradicare la contrattazione dai luoghi di lavoro e di continuare a mortificare il salario e il potere di acquisto delle lavoratrici e dei Lavoratori riversando sulle loro spalle tutto il peso delle crisi.

I metalmeccanici difenderanno la loro piattaforma rivendicativa democraticamente votata e si opporranno a chi, utilizzando anche l’alibi perfetto della pandemia, cerca di imporre un modello che esclude chi la ricchezza la produce.

I metalmeccanici non si fermeranno continueranno a lottare per il mantenimento del contratto nazionale che garantisce salario, occupazione e diritti.

Il 5 novembre è previsto unno sciopero di 4 ore a un anno esatto dell’apertura del negoziato.

 

Segreterie regionali Basilicata FIM FIOM UILM

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com