Politica

Presidente Cicala: “Salvo D’Acquisto, carità e legalità”


“Salvo D’Acquisto è l’esempio di umanità e legalità che, al di là del proprio ruolo, con spirito di carità e sacrificio, ha saputo mantenere una profonda dignità anche nel momento ultimo”. Lo ha detto il Presidente del Consiglio regionale, Carmine Cicala, partecipando ieri al convegno “La via laica alla santità”, promosso dalla Diocesi di Melfi e dal Comando Legione Carabinieri “Basilicata” di Potenza in onore del vicebrigadiere dell’Arma dei Carabinieri, medaglia d’oro al valor militare per aver sacrificato la propria vita, il 23 settembre 1943, per salvare 21 civili durante un rastrellamento delle truppe naziste nel corso della seconda guerra mondiale.

“Un gesto di amore pieno verso gli altri quello offerto da Salvo D’acquisto che deve lasciare un ricordo indelebile in ognuno di noi. Nella nostra società, caratterizzata sempre più da una crescente fluidità, occorre riportare all’interno del nucleo principale, la famiglia, quello stato di normalità grazie al quale si possono coltivare i valori e le risposte che cerchiamo e ci orientano lungo il cammino della vita. L’arma dei Carabinieri – ha sottolineato Cicala – unisce il valore civile e militare a queste qualità umane: l’ascolto, la carità e il sacrificio verso il prossimo”. “Come istituzione –  ha affermato – ci impegniamo affinché si continui a diffondere tra i giovani i valori della legalità e del rispetto, a partire dalla propria persona, nel ruolo che ciascuno è chiamato a ricoprire nella società, che sia quello di studente, vescovo, politico o carabiniere”. Rivolgendosi ai giovani Cicala li ha esortati ad ascoltare sempre la propria coscienza e ad investire nella conoscenza, vero strumento di ricchezza. “Raccontando le storie dei nostri eroi italiani, che hanno lottato per noi, per una società più giusta – ha concluso il Presidente del Consiglio regionale – si può imprimere nelle nuove generazioni quel senso di giustizia, rispetto e solidarietà che devono diventare il faro principale nel loro percorso di vita”.

Dagli interventi del Prefetto di Potenza, Annunziato Vardè e del comandante della Legione Carabinieri Basilicata, Rosario Castello, l’invito alle scolaresche presenti alla manifestazione ad investire sempre di più sul tema della legalità, ponendosi aperti al cambiamento della mentalità, parlando dei reati, come il cyberbullismo, una delle tante insidie per i giovani di oggi. Essenziale diventa la propensione al dialogo per capire il valore del rispetto non solo della legge ma delle persone.

Al convegno hanno partecipato, tra gli altri, il fratello di Salvo D’acquisto, il vescovo di Melfi, Rapolla e Venosa, monsignor Ciro Fanelli, il comandante del Comando provinciale Carabinieri di Potenza, Nicola Albanese, il professore di storia del Risorgimento, storia contemporanea e storia economica presso le università degli studi della Basilicata e di Salerno, Giampaolo D’Andrea, l’avvocato della Santa Sede per il foro canonico e civile, Raffele Coppola, il postulatore della causa di canonizzazione di Salvo D’Acquisto, don Giuseppe Praticò. A moderare i lavori il giornalista Edmondo Soave.

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com