“No time to die”, il trailer del nuovo film di James Bond girato a Matera

L’8 aprile 2020, il 9 in Italia, uscirà nei cinema di tutto il mondo il nuovo film di James Bond. Ultimo film che vedrà protagonista Daniel Craig vestire i panni nell’agente 007 più famoso al mondo dopo averlo interpretato per cinque volte.

L’attesa è alta, altissima in Basilicata. Film girato in parte nella nostra Matera, che ancora per pochi giorni è capitale della cultura europea.

No time to die” è la venticinquesima trasposizione cinematografica della spia al servizio della Regina d’Inghilterra. A Matera sono state girate i 18 minuti iniziali che vedremo nel film diretto dal regista Cary Fukunaga.

Nel cast del film l’attore premio Oscar Rami Malek interpreterà il misterioso antagonista e ritroveremo vecchie conoscenze come Léa Seydoux nei panni di Madelein Swann, che abbiamo conosciuto in “Spectre”, e Naomie Harris nel ruolo di Moneypenny. Ralph Fiennes e Ben Whishaw saranno di nuovo M e Q

Le scene girate a Matera hanno avuto un grosso impatto economico sul territorio con due troupe da 600 persone. Per il film hanno lavorato circa 800 materani che prima e durante l’inizio delle riprese sono stati coinvolti nella costruzione di 32 set e nell’assistenza al regista Cary Fukunaga: operai, architetti, artigiani, impiantisti, e giovani tuttofare. Vedremo l’impatto che il film avrà ai botteghini di tutto il mondo portando sicuramente nuova immagine ad una città millenaria con riscontri positivi, speriamo, su tutto il territorio lucano.

Ecco a voi il trailer di “no time to die”:

 

TRAMA NO TIME TO DIE

No Time To Die, film diretto da Cary Fukunaga, racconta di come l’agente 007 James Bond (Daniel Craig), ormai ritirato dal servizio, viva un’esistenza tranquilla in Giamaica, lontano dalle avventure e i pericoli che hanno contornato la sua carriera da spia.

Questa sua serenità e pace dei sensi, però, dura davvero poco, perché viene disturbata improvvisamente dalla comparsa di Felix Leither (Jeffrey Wright), un vecchio amico di James che lavorava insieme a lui per la CIA. L’uomo si è messo in contatto con Bond per un motivo ben preciso, ovvero chiedergli aiuto per una missione: liberare uno scienziato rapito.

Ma l’impresa si rivela più delicata e rischiosa del previsto, la ricerca dei sequestratori, infatti, porterà lo 007 sulle tracce di un supercattivo in possesso di una nuova tecnologia che potrebbe mettere a serio rischio il pianeta.

 

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE