Misure adottate COVID-19: dati aggiornati e modello di previsione dei contagi

È da diverse settimane che in Italia molta gente si cimenta nell’analisi dei dati da contagio del Virus COVID-19. Ad oggi è possibile asserire che nell’andamento dei dati forniti dal Ministero della Salute c’è una grossa variabilità tra regione e regione. Tale variabilità è strettamente correlata al numero di contagi accertati per le singole regioni e, per quelle con pochi contagi (che fortunatamente risultano essere tante), non è possibile fare delle stime che abbiano, da sole, una valenza statistica significativa.

 

Al contrario, facendo riferimento ai dati nazionali, sulla base di un modello statistico implementato assieme al Dott. Carmine Lizza, si vede che il tasso di contagio si mantiene sostanzialmente costante, con una modesta riduzione della mediana. Tale aspetto è evidente anche dai dati dei contagi totali degli ultimi giorni, sui quali però è doveroso segnalare un tasso di variazione giornaliero medio che supera il 7%. Queste variazioni rendono complicate le analisi di previsione della diffusione del coronavirus, tuttavia, sulla base dei dati disponibili ad oggi, possiamo azzardare delle ipotesi.

Sicuramente si può asserire che il numero dei contagi totali crescerà nei prossimi giorni e che, a fine mese, potrebbe raggiungere valori compresi tra circa 60.000 e 90.000 contagi complessivi.

 

 

Una nota positiva risiede nel fatto che siamo vicini al picco e, a breve, il numero di contagi quotidiani dovrebbe iniziare a scendere. È doveroso far osservare che tali considerazioni sono valide solo nell’ipotesi che NON si svilupperanno nuovi focolai dai quali potrebbe ripartire la diffusione del virus. Quest’ultimo aspetto è particolarmente importante se si pensa al fatto che la diffusione del virus è strettamente correlata al comportamento dei cittadini. Affinché si possa tornare nel più breve tempo possibile alla normalità è necessario che si osservino le indicazioni fornite dalle Autorità Nazionali, Regionali e Comunali.

Dobbiamo limitare i contatti sociali, uscire di casa il meno possibile ed evitare assolutamente spostamenti non strettamente necessari. Sulla base dei dati disponibili ad oggi, con la consapevolezza che gli spostamenti di massa delle ultime settimane potrebbero riservare delle sorprese, riponiamo la massima fiducia nel senso di responsabilità dei singoli cittadini: raggiungeremo il picco nel breve e, nel giro di poche settimane, torneremo alla vita di tutti i giorni!

 

 

Rocco DITOMMASO e Carmine LIZZA

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE