CronachePrimo Piano

Marsico Nuovo: condannato dalla Corte dei Conti ex responsabile dell’Ufficio Tecnico



La Corte dei Conti ha condannato un ex tecnico del Comune di Marsico Nuovo, che nel 2010 avvio l’iter realizzativo di alcune costruzioni senza le necessarie autorizzazioni urbanistiche. L’uomo, Antonio Colella, responsabile unico del progetto, dovrà pagare 545mila euro (costo delle opere) più interessi e rivalutazione al Comune di Marsico Nuovo.
Le opere – pagate coi fondi delle royalties del petrolio – sono alcuni ascensori tra la parte bassa e la parte alta del paese, un auditorium e una ludoteca, ora considerati a tutti gli effetti abusivi e in parte destinati all’abbattimento.

Secondo i giudici contabili, i lavori vennero avviati senza acquisire tutte le necessarie autorizzazioni, anche se gli atti affermavano il contrario. Mancavano, infatti, il permesso paesaggistico e il nulla osta del Parco dell’Appennino Lucano, nel cui territorio ricade il comune. Le  successive richieste a mo’ di sanatoria ottennero pareri favorevoli solo in parte, motivo per il quale alcuni edifici devono essere abbattuti.

Il Pm contabile Giulio Stolfi  aveva chiesto la condanna per l’intero importo di tutti i lavori chiamando in causa anche la giunta comunale guidata da Domenico Guida, che però è stata giudicata esente da colpe gravi.
Il tecnico comunale, invece, non si è costituito nel giudizio. E per lui il conto sarebbe potuto essere ben più pesante se, in modo irrituale, dopo l’avvio dei lavori non fossero state chieste, con un espediente, e ottenute almeno in parte le autorizzazioni che hanno salvato gli impianti degli ascensori.

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com