PoliticaPrimo Piano

Legge di Bilancio 2020: in arrivo dal Ministero contributi per i comuni della Val d’Agri


Nuovi contributi in arrivo per i piccoli Comuni. Sono tanti quelli del Potentino che riceveranno a breve, dal Governo, un contributo che varia dai 50mila ai 70mila euro, nell’ambito di un programma del Ministero dell’Interno che punta al potenziamento degli investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale e all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Nei giorni scorsi il ministro Luciana Lamorgese ha firmato i decreti di trasferimento dei fondi ai Comuni, decisi con l’ultima legge di bilancio.

Per l’anno 2020, tra i Comuni del Potentino che contano fino a 5mila abitanti, risultano destinatari dei contributi da 50mila euro ciascuno: Balvano, Baragiano, Brienza, Corleto Perticara, Grumento Nova, Guardia Perticara, Marsico Nuovo, Moliterno, Paterno, Ruoti, Sant’Angelo Le Fratte, Sasso di Castalda, Satriano di Lucania, Savoia di Lucania, Tramutola, Vietri di Potenza e Viggiano.


Per i Comuni che superano i 5mila abitanti, contributo di 70mila euro a testa per Bella, Lagonegro, Maratea, Marsicovetere, Muro Lucano, Picerno, Pignola e Tito.

I Comuni hanno tempo adesso di redigere i progetti ed affidare i lavori, che dovranno riguardare efficientamento energetico, compresi interventi sull’illuminazione pubblica, risparmio energetico degli edifici di proprietà pubblica e di edilizia residenziale pubblica, installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, interventi di sviluppo territoriale sostenibile, interventi in materia di mobilità sostenibile, interventi per scuole e abbattimento barriere architettoniche.

L’art. 1 del decreto prevede che i Comuni beneficiari dei contributi siano tenuti ad iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 maggio 2020, per ricevere una prima quota del 50% del contributo entro la stessa data. La parte restante verrà trasferita ai Comuni a conclusione dei lavori. Il Ministero provvederà a verificare i lavori attraverso il sistema “MOP”, (Monitoraggio delle Opere Pubbliche).

FONTE Claudio Buono ONDANEWS

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close