L’Area Marina Protetta “Costa di Maratea” è una realtà, pronti 500 mila euro

Legambiente: “Una notizia bellissima attesa da quasi 30 anni, ma è solo l’inizio. Noi sempre in prima fila per sostenere l’istituzione dell’area protetta, seguiremo con la massima attenzione tutti gli sviluppi

Il 2020 inizia per Maratea e per tutta la Basilicata con una interessante novità: secondo quanto annunciato via social dal Ministro dell’ambiente Sergio Costa, nell’ultimo provvedimento del 2019 in Consiglio dei Ministri, sono stati stanziati, per quest’anno, 500 mila euro per l’istituzione dell’Area Marina Protetta “Costa di Maratea”.

“Accogliamo con soddisfazione questa notizia – dichiara Giuseppe Ricciardi, Presidente del Circolo Legambiente di Maratea. E’ l’atto necessario che Legambiente ha atteso e chiesto con forza negli scorsi anni, durante i quali ha profuso un grande impegno in numerose campagne di informazione e comunicazione finalizzate alla tutela un territorio di rara bellezza, mettendo in campo progetti con l’obiettivo di conservare ed esaltare le caratteristiche del territorio, coinvolgendo le forze sociali e produttive nella comune visione di un futuro in cui le qualità naturali dell’ambiente costiero possano promuovere lo sviluppo locale e consolidare la vocazione turistica del territorio”.

“Adesso – continua Ricciardi – cominciamo a veder premiati i nostri sforzi. In tale prospettiva, Legambiente, consapevole dell’importanza di questa prima ma significativa tappa per la creazione dell’Area marina protetta, si adopererà intensificando il suo lavoro reticolare nel territorio di Maratea, affinché l’idea alla base del suo impegno diventi la quotidianità del “fare” di tutti, uniti da un interesse e un progetto condiviso”.

“Siamo convinti  – dichiara infine Antonio Lanorte, Presidente di Legambiente Basilicata – che l’Area Marina Protetta sia uno strumento indispensabile per valorizzare le risorse ambientali, promuovere lo sviluppo locale sostenibile e rafforzare la vocazione turistica del territorio. Un marchio vincente per le politiche di tutela e sviluppo, ma anche un presidio e un deterrente contro le illegalità che interessano la costa e il mare”.

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE