Politica

Lacorazza su Piano Sociosanitari e approvazione Piano Regionale dello Spettacolo 2017


Con una lettera inviata oggi al presidente della quarta Commissione Luigi Bradascio, il consigliere regionale del Pd Piero Lacorazza ha chiesto l’audizione dell’assessore alle Politiche della Persona Flavia Franconi per approfondire lo stato di attuazione delle “Linee Guida per la formazione dei nuovi Piani Intercomunali dei Servizi Sociali e Socio Sanitari 2016 – 2018”, a quasi due anni dalla loro adozione da parte della Giunta regionale (delibera n. 917 del 07/07/2015).

Lacorazza chiede inoltre “di fare il punto sulla legge nazionale sul ‘Dopo di Noi’, approvata in via definitiva dal Parlamento il 14 giugno 2016 e pubblicata nella G.U. il 23 febbraio 2017, e sulla sua attuazione attraverso il piano regionale presentato, nonché sulla questione relativa alla casa domotica in costruzione a Bucaletto a cura dell’associazione ‘Dopo di Noi’ di Potenza”.  Su questa vicenda, oltre all’assessore Franconi, Lacorazza chiede di ascoltare il sindaco della Città di Potenza o un suo delegato, l’amministratore dell’Ater ed il presidente dell’associazione “Dopo di Noi” di Potenza.

Con l’approvazione in IV commissione del Piano Regionale dello Spettacolo 2017 si compie, anche se con ritardo, un passo avanti. Nel condividere le preoccupazioni degli operatori, accolte dalla dott.ssa Minardi, del ritardo dovuto alla disponibilità del bilancio, ritengo sia opportuno riflettere sui tempi e le modalità di procedure che corrono il rischio di indebolire un settore che produce opportunità di lavoro.

Tuttavia sottolineo come il lavoro fatto in questi anni sta portando buoni frutti a partire dalla riforma del settore con la legge regionale 37/2014. Lo scorso anno avevo chiesto uno stanziamento di almeno di 2 ml di euro per questa annualità. Queste risorse sono state previste.

Così come sono previste nel piano triennale, per effetto di un mio emendamento approvato in Consiglio Regionale, valutazioni con punteggi aggiuntivi per gli spettacoli che saranno promossi nei comuni sedi di Parchi Letterari, Fondazioni Culturali, centri per la creatività e siti di valore storico ed archeologico. Continua quindi la coerente e meticolosa iniziativa dei progetti da legare alla locomotiva Matera 2019.

Infine si coglie, attraverso questo piano, l’obiettivo di sostenere, come proposto, i centri regionali “Visione Urbane” collocati a Tito, Val Sarmento, Pisticci e Rionero in Vulture.

 

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com