La Regione dice no al pozzo di estrazione Alli 5 nel Comune di Marsicovetere

La Regione Basilicata dice no al pozzo di estrazione Alli 5 nel Comune di Marsicovetere. Solo 10 giorni fa un altro no alla richiesta per un nuovo pozzo di reiniezione, il Monte Alpi Est 1 a Grumento Nova. Quindi si sta consumando un vero e proprio braccio di ferro tra Eni e la Regione. La giunta regionale quindi, ha dato parere negativo al rilascio da parte del ministero dell’Ambiente del giudizio di compatibilità ambientale riguardo la messa in produzione del nuovo pozzo Alli 5 che, secondo il progetto, dovrebbe essere realizzato nella postazione denominata Sant’Elia 1 – Cerro Falcone 7. La motivazione sarebbe quella secondo cui “il progetto in esame risulta incoerente con il vigente programma dei lavori della concessione Val d’Agri aggiornato il 23 gennaio del 2012 che non prevede la perforazione del pozzo Alli 5”.

Il 13 ottobre dell’anno scorso, l’Eni ha presentato la richiesta per la variazione del programma dei lavori, ma ad oggi non risulta ancora approvata e quindi per la Regione non è possibile realizzare un nuovo pozzo senza l’approvazione del nuovo programma dei lavori. Inoltre i lavori per la realizzazione dell’area Cluster Sant’Elia 1 – Cerro Falcone 7, pur essendo stati autorizzati, non sono ancora partiti, e per il pozzo Cerro Falcone 7 non è stata ancora avviata la procedura di intesa regionale.

L’Eni, nello scorso mese di luglio, aveva presentato la documentazione al ministero dell’Ambiente, dando il via alla richiesta per la valutazione di impatto ambientale nazionale per la perforazione e la messa in produzione del pozzo Alli 5. La decisione finale spetterà comunque al ministero dell’Ambiente, ma il parere regionale peserà.

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE