Lavoro e Salute

La Legge di Stabilità spinge le assunzioni nelle regioni del sud

La legge di Stabilità, finalmente approvata dal Governo, introduce novità importanti nel mondo del lavoro per cercare di diminuire il tasso di disoccupazione, salito all’8,8% durante quest’anno di pandemia. Vediamo tutte le novità che sono state introdotte.

Sgravi fiscali per chi assume al Sud – La novità più importante per chi vive nella parte meno ricca dell’Italia, è proprio questa: un esonero contributivo per le assunzioni di personale in Abruzzo, Puglia, Molise, Basilicata, Sicilia, Calabria e Sardegna. L’esonero è del 30% per quei contributi da versare fino al 31 dicembre 2025, del 20% per quelli fino al 2026/27 e del 10% per il 2028/29.

Incentivi per assunzione delle donne – È previsto uno sgravio contributivo del 100% per l’assunzione di donne (limite massimo annuo 6.000 euro) nel biennio 2021 – 22. L’incentivo è valido solamente se c’è un aumento occupazionale netto. Ma in questo caso bisognerà aspettare l’approvazione della Commissione Europea perché questa misura sia effettiva.

Giovani – La nuova legge di Bilancio stabilisce anche incentivi per l’assunzione di giovani che non abbiano compiuto il 36esimo anno di età all’epoca della prima assunzione. L’esonero contributivo è del 100% per tre anni.

Resto al Sud – Le misure di promozione dell’imprenditoria nel Mezzogiorno e Sud Italia sono estese fino al 55º anno di età. Si tratta di prestiti a fondo perduto per imprese in: Abruzzo, Calabria, Puglia, Campania, Molise, Basilicata, Sardegna e Sicilia. Inoltre è esteso anche a quelle aree che si trovano sul cratere sismico del Centro Italia diviso tra Lazio, Marche e Umbria.

Ma non sono state varate misure ad hoc per i lavoratori in smart working, che hanno subito un taglio sullo stipendio a causa di tutti quei bonus che non spettano più lavorando da casa: notti, trasferte, pasti. Per non parlare dell’utilizzo di tecnologia propria.

Massimiliano Santori, esperto informatico del sito cercotech, ha dichiarato: “Durante il 2020 la vendita di prodotti tecnologici è aumentata del 18% a causa del telelavoro e della didattica a distanza. I computer sono stati dotati di telecamere hd, casse acustiche, schede audio/video più avanzate. I lavoratori da remoto hanno dovuto ricreare nelle loro case delle postazioni ufficio con tecnologie più avanzate del semplice notebook o tablet che avevano a disposizione”.

Essendo spesso a carico proprio la dotazione della connessione Internet e dei dispositivi, il problema degli stipendi dei lavoratori in smart working è già stato sollevato da diverse parti politiche, e se la situazione di distanza fisica dall’ufficio perdurerà, è possibile che vengano prese in considerazione misure di tutela anche per queste categorie.

Per le imprese, la legge di Stabilità ha previsto anche una proroga a fine giugno dei crediti d’imposta e una rimodulazione. È un compromesso con quanto chiesto dall’opposizione, che voleva il l’anno bianco fiscale, senza che alcuna impresa versasse imposte.

Rimangono inoltre, ad uso delle imprese, 12 settimane di cassa integrazione in deroga, per il periodo che va dal 1 gennaio al 31 marzo 2021, termine entro il quale si prevede il rientro a una vita un po’ meno distanziata.

Le novità introdotte sono tante, ma per il Sud e il Mezzogiorno, è stato cercato di porre un occhio di riguardo, vista la drammatica situazione occupazionale.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS