Notizie dal Territorio

Il premio “Bandiera Verde Agricoltura” ad una lucana, scopri chi è



Piera Bianco (Agriturismo Il Pago di Rotondella) e presidente di Turismo Verde Basilicata (Agenzia Agrituristica della Cia) è la vincitrice, per la sezione Agri-family, della Bandiera Verde, il Premio promosso da Cia-Agricoltori Italiani, giunto quest’anno alla sua XVI edizione. Bandiera Verde Agricoltura è un riconoscimento attraverso il quale si premiano aziende agricole, regioni, province, comuni, comunità montane e parchi che si sono particolarmente distinti nelle politiche di tutela dell’ambiente e del paesaggio anche a fini turistici, nell’uso razionale del suolo, nella valorizzazione dei prodotti tipici legati al territorio, nell’azione finalizzata a migliorare le condizioni di vita ed economiche degli operatori agricoli e più in generale dei cittadini. Si tratta di un marchio di riconoscimento con il quale si premia la qualità e il rispetto dell’ambiente naturale. Il premio, che consiste nell’assegnazione di una bandiera verde con il marchio agricoltura, è suddiviso in 16 categorie, da Agri-young ad Agri-welfare fino ad Agri-family ed Agri-innovation.


Piera Bianco è un simbolo dell’agriturismo quale un’eccellenza tipica dell’ospitalità rurale lucana, una formula di viaggio green che sta contribuendo a sostenere il turismo nelle aree montane e collinari (dove si trova l’84% delle strutture) e una componente essenziale della multifunzionalita’ agricola. E’ merito delle aziende agrituristiche aver recuperato e valorizzato luoghi ed edifici della tradizione, paesaggi e varieta’ antiche, cosi’ come aver ripreso vecchie ricette contadine, piatti locali ormai quasi sconosciuti, tutelando la biodiversita’ e creando capitale sociale. L’offerta agrituristica è cresciuta in qualità, specie con l’ingresso in azienda di giovani imprenditrici che si sono affermate per innovazione confermando che l’agricoltura è certamente il settore sul quale puntare per garantire occasioni di sviluppo e coesione. In quest’ottica è importante potenziare il legame fra territorio, consuetudini alimentari e tradizioni enogastronomiche: tutto ciò offre identità e sviluppo alle comunità locali.

“I nostri premi Bandiera Verde -sottolinea il presidente nazionale della Cia Dino Scanavino- dimostrano ancora una volta l’evoluzione della figura dell’agricoltore come imprenditore multiruolo, capace non solo di produrre dai campi ma di preservare il territorio e qualificarlo attraverso l’attività turistica”. Con le Bandiere che verranno assegnate quest’anno, salgono a circa 300 i luoghi dove sventola il vessillo della qualità top, che crea una mappa e un incredibile itinerario per il turismo, che vale quasi un miliardo di euro con l’indotto che genera: aziende agricole, comuni, enti, personalità e progetti ma che siano campioni con specifiche peculiarità.
Nella prossima settimana ci saranno due giorni, il 12 e il 13 novembre, per conoscere i nuovi campioni dell’agricoltura italiana, protagonisti della valorizzazione del settore. E  martedì 13 novembre, alle ore 10.30, la consegna ufficiale dei Premi Bandiera Verde nel luogo ufficiale dell’evento, la Sala Protomoteca del Campidoglio.

Redazione

Il nostro non è solo un sito d’informazione. È il sito di una comunità che viene raccontata con aggiornamenti continui sotto forma di testi, foto e video. Per qualsiasi informazione o per contattarci potete utilizzare l'indirizzo email: info@gazzettadellavaldagri.it

Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp