Politica

Il lungo addio



La “delegittimazione” di un popolo passa attraverso la confusione. Il riscatto della abusata società civile passa attraverso le coscienze. La vergognosa situazione creatasi nella nostra terra di Lucania meriterebbe un’analisi che va oltre la sociologia e la politica stessa ma, temo, riportare alla luce riflessioni che vadano a scardinare quella che è l’univocità del pensiero unico sia impresa ardua. Questa realtà estrema fatta di ricorsi, rinvii e arroganza politica ha contribuito, ancora una volta a mettere la debita distanza tra il cittadino e le istituzioni. La gente lucana, infatti, difficilmente riesce a decifrare i paradossi e le ipocrisie che si sono avvicendati negli ultimi mesi. E allora si fa strada la profonda seduzione della confusione. Confusione è potere, è vittoria, è schiavitù intellettuale, è oltraggio alle intelligenze, è repressione della dialettica. Ciò è accaduto. Fino a ieri.


Poi i vecchi marpioni sono stati messi all’angolo dal Tar. Allora la confusione, prima fedele alleata, gli ha brutalmente voltato le spalle. Così l’incestuosa simbiosi tra politica e corporativismo si è sgretolata sotto i decisi colpi della giustizia. Una dura lezione che ha scardinato un ambiente blindato, gettando nel panico quel manipolo di esperti del diritto che credevano di mantenere in ostaggio una intera regione. Siamo ora chiamati tutti a fare scelte, si spera, adeguate, così da lasciarci indietro un passato fatto di fallimenti politici che ci hanno portato in dote disoccupazione, povertà, emarginazione, emigrazione, disprezzo verso il cittadino. Questo lungo addio per i nostri cari amministratori si tradurrà, in questi due mesi che ci separano dal voto, in un modo spirale di recriminazioni. Sta a noi tutti ritrovare l’equilibrio perdutosi negli anni, schierandoci con decisione contro quella vecchia dimensione politica e disumana che ha ingabbiato le nostre vite. Ispiriamoci e facciamoci artefici di idee e nuovi valori per una Basilicata che vada a valorizzare le intelligenze e il merito.

Mimmo Toscano

Redazione

Il nostro non è solo un sito d’informazione. È il sito di una comunità che viene raccontata con aggiornamenti continui sotto forma di testi, foto e video. Per qualsiasi informazione o per contattarci potete utilizzare l'indirizzo email: info@gazzettadellavaldagri.it
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

error: Contenuto Protetto !!
Close
WhatsApp Attiva GRATIS le news sul tuo Whatsapp