Emergenza CoronavirusPetrolio in Val d'Agri e Valle del SauroPrimo Piano

I sindaci di Marsicovetere, Viggiano e Grumento Nova chiedono ad Eni di vaccinare i dipendenti del DIME e del suo indotto petrolifero

Come si apprende dalla stampa, molti impianti industriali tra cui la raffineria di Sarroch in provincia di Cagliari, hanno avviato procedure di vaccinazione per i loro dipendenti. I siti industriali, in special modo quelli in possesso di un numero cospicuo di dipendenti e di risorse umane, sono tra i luoghi a maggior rischio contagio. A questo problema, si aggiunge l’urgenza di ripresa dell’economia delle regioni d’Italia, con un ritorno ad un assetto di normalità delle loro attività, di produzione e non. Diventa fondamentale così garantire in primis lo stato di salute di ciascuna componente aziendale.

Lo stesso Centro Oli di Viggiano e il suo indotto petrolifero conta più di tremila addetti ai lavori, ai quali si aggiungono i dipendenti coinvolti nelle operazioni di manutenzione riconducibili alla fermata dell’impianto COVA di Viggiano, che nelle prossime settimane raggiungeranno il numero importante di 1200 unità.

Il sindaco di Marsicovetere Marco Zipparri, nella giornata di ieri, ha interpellato il sindaco di Viggiano Amedeo Cicala ed il sindaco di Grumento Nova Antonio Imperatrice, i quali hanno aderito alla sua proposta di concertare un piano di vaccinazioni con il vice presidente del Distretto Meridionale Eni Upstream (DIME), l’ingegner Eugenio Lopomo, raccomandando l’avvio delle medesime procedure adottate in altri siti industriali, nel rispetto del protocollo nazionale per la realizzazione di piani straordinari di vaccini anti covid-19, al fine di garantire la sicurezza dei dipendenti e delle loro famiglie. La multinazionale potrebbe procedere alle inoculazioni nella sede del Distretto di Viggiano, così come ha già provveduto per la somministrazione dei tamponi ai suoi dipendenti, in più di un anno di pandemia. La piattaforma petrolifera potrebbe avviarsi verso la situazione ideale di “sito covid free”.

“La mia raccomandazione, di concerto con i miei colleghi sindaci, è pensata nell’ottica di una collaborazione sinergica tra l’Amministrazione comunale che mi onoro di rappresentare e il DIME presieduto dall’ingegner Eugenio Lopomo ed è finalizzata al rispetto dei principi di sicurezza, oltre che alle esigenze di contenimento della pandemia e dei suoi tragici effetti sociali ed economici per l’intero Paese. Al fine di una ripresa economica del territorio, l’unica strada percorribile è la campagna di vaccinazione”, dichiara il sindaco di Marsicovetere Marco Zipparri.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com