Notizie dal Territorio

G20 degli Esteri, Matera si blinda mentre arrivano turisti: mille agenti in campo e centro chiuso per tre giorni

Cinquecento delegati – componenti di 73 delegazioni (31 di Ministeri degli Esteri e 42 di organismi di cooperazione) – e 150 giornalisti sono attesi a Matera, alcuni già dalla giornata del 28 giugno, in vista della riunione del G20 in programma il 29 giugno prossimo. I dati sono stati resi noti stamani dal sindaco di Matera, Domenico Bennardi, in un incontro con i giornalisti.
La città dei Sassi – che nel 2019 è stata Capitale Europea della Cultura – si prepara a uno sforzo organizzativo molto duro che però – secondo Bennardi – avrà un impatto economico “diretto» pari a 1,3 milioni di euro.
Per ospitare il vertice, Matera schiererà anche altri 77 agenti di polizia municipale, forniti da 14 comuni lucani, fra i quali il capoluogo regionale della Basilicata, Potenza, a una serie di iniziative per intrattenere gli ospiti, presentati dal direttore dell’Apt, Antonio Nicoletti. Infatti, oltre a 3.250 pernottamenti e 5.350 pasti da fornire agli ospiti, questi ultimi avranno a disposizione itinerari guidati nei Sassi, mostre e animazioni musicale.

I delegati riceveranno alcuni omaggi dalla città: una lampada in creta dei calanchi, una federa per cuscino con un’immagine del territorio, un cofanetto contenente timbri per pane (il pane di Matera è timbrato diversamente a seconda di chi lo prepara, ciò che costituisce un’altra sua caratteristica), un taccuino per annotare le emozioni di un viaggio nella civiltà rupestre.
Infine, Bennardi ha detto che emetterà un’ordinanza per mitigare le chiusure degli esercizi nelle zone interessate dal G20, che sono palazzo Lanfranchi e il museo «Ridola», almeno nella giornata di lunedì, 28 giugno.

FONTE: LAGAZZETTADELMEZZOGIORNO

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com