Società e Cultura

Diritti infanzia e adolescenza, Pres. Consiglio Cicala: “ancora molto da fare”

“La convenzione delle Nazioni Unite da cui sono passati quasi 30 anni e in cui, per la prima volta, i bambini vennero riconosciuti come aventi diritti civili oltre che sociali, politici, culturali ma anche economici, segnò il primissimo passo di un cammino che, per quanto mi riguarda, è ancora molto lungo e che deve coinvolgere tutti”.

Così il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Carmine Cicala, in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza 2020.

“Ci sono aree del pianeta – afferma – in cui i bambini soffrono la fame e laddove hanno cibo sono malnutriti, non hanno accesso all’acqua potabile, così come ad una casa sicura e il diritto all’istruzione è loro negato.  Bambini che sono privati dei basilari diritti fondamentali dell’individuo. Bambini che vivono situazioni di violenza, abusi, abbandoni. L’emergenza sanitaria dovuta al Covid -19 non farà altro che aumentare queste problematiche”.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RICEVI GRATIS LE NEWS