Emergenza CoronavirusPrimo Piano

Dal 6 agosto Green Pass obbligatorio per ristoranti al chiuso, musei, palestre, fiere, cinema. Draghi: «vaccinarsi per proteggere se stessi e le proprie famiglie»


Conferenza stampa del premier Draghi. Dal 6 agosto il Green Pass (che si può ottenere con una dose di vaccino, un tampone negativo nelle 48 ore precedenti, o la guarigione dal Covid-19 nei 6 mesi precedenti) verrà richiesto per entrare in:

✅ Cinema
✅ Teatri
✅ Musei
✅ Palestre
✅ Piscine
✅ Stadi
✅ Concerti
✅ Fiere
✅ Congressi
✅ Concorsi
✅ Centri termali
✅ Sedersi a consumare nei tavoli al chiuso di bar, ristoranti, pub e pizzerie

Non servirà invece per:

❌ Alberghi
❌ Negozi
❌ Centri commerciali
❌ Parrucchieri, estetisti e barbieri
❌ Lidi e stabilimenti balneari
❌ Fabbriche
❌ Uffici pubblici
❌ Uffici privati
❌ Aerei
❌ Treni
❌ Tram
❌ Metropolitane
❌ Autobus
❌ Traghetti
❌ Aliscafi
❌ Consumazione al bancone dei bar
Ristoranti, pizzerie, pub all’aperto
❌ Chiese e luoghi di culto

❌ E neanche per le discoteche, che rimangono chiuse.

Il Governo sta inoltre valutando tamponi gratis per i giovani, le donne in gravidanza e tutte le persone per cui il medico sconsiglia la vaccinazione.

I colori delle Regioni (bianco, giallo, arancione e rosso) verranno determinati non più in base all’incidenza del contagio, ma esclusivamente in base al numero di ricoverati nei vari reparti:

🟨 Zona GIALLA con occupazione del 10% di posti letto in terapia intensiva e 15% nei reparti
🟧 Zona ARANCIONE con occupazione del 20% di posti letto in terapia intensiva e 30% nei reparti
🟥 Zona ROSSA con occupazione del 30% di posti letto in terapia intensiva e 40% nei reparti

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha invitato tutti ad aderire alla campagna vaccinale «per proteggere se stessi e le proprie famiglie». Draghi ha spiegato che il Green Pass «non è un arbitrio, ma una condizione per tenere aperte le attività economiche» e ha detto che «la variante delta del virus è minacciosa: si espande molto più rapidamente di altre varianti. Altri paesi europei sono più avanti di noi nei contagi, ma abbiamo imparato che, senza reagire subito, quello che vediamo succedere in Francia o Spagna dobbiamo immaginare che possa ripetersi in Italia, in assenza di provvedimenti. L’invito a non vaccinarsi è un invito a morire».

Tamponi a prezzo ridotto – Il Commissario straordinario, infine, definirà d’intesa con il ministro della Salute un protocollo d’intesa con le farmacie e con le altre strutture sanitarie al fine di assicurare fino al 30 settembre 2021 la somministrazione di test antigenici rapidi a prezzi contenuti che tengano conto dei costi di acquisto.

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com