Primo PianoEmergenza CoronavirusViggiano

Covid, al via lo screening sulla popolazione di Viggiano. Dal 21 dicembre è possibile prenotare il test sierologico


L’Amministrazione comunale di Viggiano – Assessorato Politiche sociali, d’intesa e in piena collaborazione con i medici di base, in considerazione dell’incremento dei contagi da Coronavirus – Covid19 anche nei paesi limitrofi, con l’obiettivo di contribuire alla tutela della salute pubblica e dei cittadini, ha organizzato una campagna di screening gratuita a base volontaria tramite ricorso di test molecolari rapidi antigenici e sierologici di ultima generazione.

Una progettualità che prende l’avvio nel mese di ottobre, condivisa, fra l’altro, con il Capogruppo di minoranza  e che già dai principi di novembre è in essere anche grazie alle Delibere di Giunta Comunale n° 176 e 184  con le quali si è dato seguito alla collaborazione con i medici per eseguire tamponi a favore di soggetti a rischio, facendo partire anche la campagna di screening sierologico su fasce deboli. Con l’avvicinarsi della stagione influenzale la campagna di screening consentirà di tracciare e mappare l’eventuale presenza di contagi all’interno della comunità, fornendo informazioni utili sulle decisioni da prendere e sulla corretta gestione dell’epidemia al fine di garantire la massima protezione a coloro per tutta la collettività.

L’Avv. Rosita Gerardi, tramite il suo Assessorato alle Politiche Sociali, ha dato il patrocinio a questa iniziativa, per la sua importante valenza di prevenzione sanitaria e di informazione. Con delibera n. 199 del 15/12/2020 si è provveduto anche a dotare i medici di medicina generale, di continuità assistenziale (ex medici di guardia) presenti nel Comune di Viggiano, di circa 500 tamponi rapidi.

La campagna di screening è svolta in due distinte fasi. La prima, partita già nei mesi scorsi, in cui i medici di medicina generale e di continuità assistenziale stanno somministrando i test molecolari rapidi antigenici ai loro assistiti. “La prima cosa importante è  chiamare il proprio medico – dichiara l’Assessore – per prenotare il tampone. Le persone che ricevono la notizia di essere un primo contatto stretto devono avere la possibilità di rivolgersi al loro medico che deve avere la possibilità di fargli un test rapid. In qualsiasi momento è prenotabile questa tipologia di test.

L’accordo tra Amministrazione comunale e medici di famiglia permette quindi di fruire di un sistema molto veloce e sicuro per conoscere il risultato. Proprio quest’ultimi hanno voluto che fosse garantita l’autenticità del dato attraverso l’esecuzione dei test sierologici da parte di laboratori accreditati. La stessa modalità consente inoltre la sicurezza totale per i sanitari che eseguono i test, il cui compito rimane quello della segnalazione all’ASP in caso di positività del paziente esaminato. Una procedura prevista dalla legge, che prevede poi il tampone molecolare come prova successiva utile alla ricostruzione della catena dei contatti e per il caricamento ufficiale dei dati autentici della Task Force Regionale.

Invece la seconda fase, che partirà nei primi giorni di Gennaio 2021, prevede la somministrazione di test sierologici di ultima generazione. Quest’ultimo test è possibile già prenotarlo, senza l’ausilio del proprio medico, telefonando al numero 346 3810416 da lunedì 21 dicembre 2020. “Si è scelto di procedere da gennaio 2021, con i test sierologici – continua Rosita Gerardi – per due semplici motivi: il primo è dovuto principalmente al ritardo di approvvigionamento dei vaccini anti-influenzali, in quanto, vista la similitudine  sintomatologica tra Covid-19 ed Influenza, è importante per i nostri medici avere a disposizione entrambi gli strumenti per una corretta diagnosi, ossia il test sierologico che il vaccino per l’influenza. Il secondo motivo invece, è collegato alla difficoltà di approvvigionamento, tramite Mepal, di questi test sierologici di ultima generazione vista la scarsa disponibilità sul mercato di questo prodotto. Per la scelta del test ringrazio anche il Capo-gruppo di minoranza, Dott. Luca Caiazza, che grazie alla sua professionalità ci ha aiutato a scegliere la tipologia giusta di test di ultima generazione, con il quale  si avrà la possibilità di verificare sia l’antigene che l’immunoglobulina del paziente”.

Visti i dati allarmanti di tutta Europa, sull’incidenza di positività tra la popolazione anziana, questa campagna di screening sulla popolazione viggianese, sarà utile per certificare ufficialmente i dati sulla maggior parte della popolazione over 65, sui polipatologici e sugli immunosoppressi. Si precisa che per i testi sierologici bisogna comunque aspettare i principi del mese di gennaio 2021, e che la data di inizio dello screening verrà resa nota in seguito con apposito avviso. Essendo il tutto su base volontaria, sia per il test rapito che per quello sierologico, è consigliabile consultare il proprio medico per scegliere il test più adeguato al quale sottoporsi.

“Voglio ringraziare anche il Sindaco, Amedeo Cicala, per la collaborazione perché sempre quotidianamente in contatto con i medici di base per capire eventuali criticità con l’evolversi della situazione – conclude l’Assessore Gerardi. Con questo progetto vogliamo fare una fotografia dello stato di salute della cittadinanza e quindi ed è molto importante sottoporsi ai test. In casi sospetti l’invito è di farlo per la sicurezza di tutti noi e dei nostri cari. Speriamo nell’adesione della maggior parte della popolazione viggianese perché è importante identificare, tracciare e isolare eventuali positivi asintomatici in previsione di una possibile terza ondata.  Nella convinzione che l’iniziativa vada a vantaggio della tutela della salute pubblica, si ringrazia sin d’ora per la collaborazione.”

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com