Coronavirus, morto a Potenza Donato Sabia: fu due volte finalista alle Olimpiadi

Il mezzofondista aveva 56 anni, fu quinto a Los Angeles 1984 e settimo a Seul 1988.

L’ex mezzofondista Azzurro è deceduto a 56 anni: da circa due settimane era ricoverato nel Reparto di Terapia Intensiva a Potenza perché positivo al Coronavirus. Pochi giorni fa aveva pianto la morte del padre 80enne, ucciso dal Covid-19.

Il mondo dell’Atletica e dello Sport italiano è in lutto per la morte di Donato Sabia, potentino, classe 1963, due figlie, è stato uno dei più grandi interpreti della storia dell’atletica leggera italiana sulla nobilissima specialità degli 800 metri. Due volte finalista olimpico (quinto nel 1984 e settimo nel 1988), oro agli Europei indoor di Goteborg, Sabia realizzò – sempre nel 1984 – quella che resta una delle migliori prestazioni sul doppio giro di pista, un 1’43”88 che lo colloca ancora oggi a pochi centesimi dallo storico record di Marcello Fiasconaro.

continua su: https://www.fanpage.it/sport/altri-sport/atletica-in-lutto-morto-donato-sabia-aveva-il-coronavirus/

 

17 i lucani deceduti, di cui 15 sul territorio lucano:

22 marzo uomo 77enne di Marsicovetere;

26 marzo: uomo 80enne di Potenza;

27 marzo: donna 80enne di Spinoso (residente in provincia di Salerno);

28 marzo: donna 86enne di Paterno;

29 marzo: uomo 54enne di Potenza;

30 marzo: uomo 85enne di Potenza;

30 marzo: donna 62enne di Moliterno;

31 marzo: uomo 53enne di Paterno;

31 marzo: uomo 85enne di Irsina;

1 aprile: uomo 38enne di Rapolla;

2 aprile: uomo 68enne di Potenza;

4 aprile: uomo 71enne di Montemurro e paziente di Pisticci;

6 aprile: uomo di 77enne di Potenza;

8 aprile: Donato Sabia di Potenza.

Da aggiungere anche un uomo 74enne di Rivello deceduto a Sala Consilina (ospite di una casa di riposo) e un uomo di Lauria deceduto a Varese.

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE