Coronavirus, appello di Marti (Commissario Regionale Lega) al governatore Bardi: “Tampone veloce per forze dell’ordine e operatori sanitari”

Il Commissario Regionale della Lega Salvini Basilicata, Senatore Roberto Marti, in considerazione del numero crescente di casi di coronavirus in Basilicata, chiede che la Regione Basilicata effettui il “tampone veloce” alle categorie esposte quali Forze dell’Ordine, Operatori Sanitari e chiunque per l’emergenza sia chiamato a lavorare.

“Invito formalmente il Presidente Bardi a disporre subito tamponi veloci in tutto il territorio regionale per le persone che, a causa del loro lavoro quotidiano, sono da considerarsi soggetti maggiormente esposti al contagio. Mi riferisco a Medici, Infermieri, Operatori Sanitari, Forze dell’Ordine, Volontari, ma anche a tutti coloro che stanno garantendo la distribuzione e la vendita dei beni di prima necessità come alimentari e farmaci, per poi passare alla tamponatura del maggior numero possibile di persone. Questa metodologia ci consentirebbe di eseguire una prima rapida indagine cognitiva sull’evoluzione del contagio, individuando in maniera capillare il maggior numero possibile di potenziali contagiati. Infatti, chiunque risultasse positivo a questo primo test indicativo, che si effettua in soli dieci minuti, dovrà poi essere sottoposto al tampone certificato riconosciuto dal S.S.N. per poter acclarare in modo definitivo il risultato.

Sono consapevole”, prosegue il Senatore Marti, “che effettuare i tamponi certificati su tutta la popolazione sia la soluzione migliore ma sono altrettanto consapevole che, in questo momento, sarebbe difficile da attuare, non tanto per problemi finanziari quanto piuttosto per aspetti tecnico – organizzativi.
E’ un’emergenza che non ci consente più di lasciare spazi vuoti” prosegue il Segretario Regionale della Lega. “Per contenere il fenomeno coronavirus non ci si può più limitare ad eseguire tamponi solo alle persone sintomatiche, ma occorre effettuare un’indagine capillare in tutta la Regione.Le vicende delle ultime ore e le dimensioni del contagio registrate nei comuni limitrofi, ci dimostrano che anche la Basilicata è in piena emergenza e che gli effetti del contagio sono ormai imprevedibili.
L’unico modo per contrastare il fenomeno” conclude Marti “è effettuare il maggior numero possibile di tamponi veloci per individuare quanto prima anche i portatori asintomatici. Questa è l’unica strada realmente percorribile per arginare il contagio in Basilicata”.

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE