Società e Cultura

Convegno-dibattito ad Armento “Il disagio psicosociale: studi su approdi ad un possibile nuovo concetto di benessere di comunità”


Su iniziativa dell’Amministrazione comunale di Armento, si è tenuto venerdì, 27 maggio, presso la Sala consiliare, il convegno-dibattito sul tema “Il disagio psicosociale: studi su approdi ad un possibile nuovo concetto di benessere di comunità”.

L’appuntamento, moralmente patrocinato del Gruppo misto consiliare della Regione Basilicata e dell’Associazione sociologi italiani ha voluto focalizzare i temi afferenti non soltanto all’approccio diagnostico del disagio (che non risparmia le aree interne della regione) quanto, piuttosto, sulle possibili azioni da intraprendere quale risposta endogena al sempre più diffuso problema della psico-socialità problematica.

Ospiti relatori sono stati il Sindaco di Armento- Maria Felicia Bello, il Sindaco di San Chirico Raparo- Vincenzo Cirigliano, Il Presidente del Gruppo Misto del Consiglio regionale di Basilicata-Gerardina Sileo, la Responsabile dei rapporti con Università e Scuole- Giusy Tolve dell’Associazione sociologi italiani, il Docente dell’Accademia albertina di Torino-Donato Faruolo. Le conclusioni sono state affidate al Presidente dell’Associazione sociologi italiani e socio-psicoterapeuta-Aniello Ertico.  Ulteriori contributi di approfondimento sono stati resi, in fase di dibattito, dal Sindaco di Tursi-Salvatore Cosma.

L’esperienza accademica e di indirizzo amministrativo che l’incontro realizzato ad Armento ha prodotto, testimonia una sempre crescente elezione dei piccoli centri abitati lucani quali location preferenziali per la rigenerazione culturale da porre al servizio delle politiche sociali. Studi e ipotesi inedite  in grado di orientare e sostenere le strategie più consone alle rimozione degli ostacoli alla auspicabile diffusione di elevati standard di qualità percepita nelle aree interne. Spunti questi, utilmente spendibili per spirare, con criterio scientifico, le scelte decisive che la politica regionale e comunale dovranno assumere in rapporto alle imminenti programmazioni connesse al PNRR.

Il relatori hanno, infatti, ampiamente e puntualmente decifrato le pratiche sociali disfunzionali al benessere di comunità suggerendo la possibilità di attivare, con urgenza, una serie di pratiche diffuse che, coinvolgendo il perimetro scolastico e universitario, sperimentando pratiche culturali e artistiche che vadano a ricollocare la cultura a preferenziale beneficio delle popolazioni residenti, riscrivendo le priorità psicosociali in funzione dei rinnovati diffusamente percepiti, possano diventare sestante per orientare coerenti azione di legiferazione regionale e nazionale.

Una occasione di importante confronto, ampiamente partecipato, che candida Armento quale laboratorio sociale in cui sperimentare soluzioni al diffuso disagio contemporaneo.

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com