Notizie dal Territorio

Connect to green. C’è tempo fino a marzo per presentare gli elaborati

L’Unione Province di Basilicata ha istituito il progetto “Connect to green”, con la partnership delle province di Matera e Potenza. Far conoscere e valorizzare il territorio e le pratiche di sostenibilità ambientale, è questo il focus del progetto, che ha istituito un premio a tema per i giovani dai 15 ai 35 anni residenti in Basilicata

Artisti, imprenditori, studenti, giovani con idee innovative, potranno concorrere per i diversi premi in denaro fino al 1 Marzo. Il concorso si articola in due sezioni.

Sezione I: Possono partecipare giovani dai 15 fino ai 29 anni. I temi sono: la ricerca dei tesori nascosti nella Basilicata green, e l’altro riguarda l’agenda Onu 2030: best practice per lo sviluppo sostenibile e le interazioni fra generazioni. 

Si ammettono opere fotografiche, pittoriche, videoclip, grafiche, installazioni e sculture. Inoltre c’è una sezione a tema flashmob: almeno quindici giovani sul tema “Connetti la spina dei saperi con quella dei comportamenti responsabili per un futuro sostenibile”.

Sezione II: Ragazzi dai 25 ai 35, per due sottosezioni: best practice aziendali green, e idee per startup a tema sviluppo sostenibile. Si concorre con un report di buone pratiche per imprenditori nel campo dell’agricoltura sostenibile. Oppure il progetto di una startup sullo sviluppo sostenibile. 

Premi: Per la prima sezione i premi vanno dai 700 euro del primo classificato ai 300 del terzo. Invece, nella seconda dai 1500 ai 100 per il terzo.

Lo sviluppo sostenibile, inserito nell’Agenda Onu 2030, è un tema chiave per la crescita delle nostre società a livello mondiale. Ogni Paese si sta impegnando, nei differenti modi per coniugare una crescita felice (per riprendere in maniera inversa il concetto di “decrescita felice” di Latouche che vede nella riduzione della produzione un modello di sostenibilità).

In Spagna ad esempio sono state create diverse soluzioni green applicabili su molti settori, da quello alimentare ai trasporti. Reviewbox.es ricorda che: “Nel 2012 è stata lanciata la prima stampante 3d per la cucina. Grazie a un’app che si può scaricare su un dispositivo mobile come telefono o tablet, si possono ottenere cibi stampati pronti. Inserendo gli ingredienti vengono assemblati, possono essere motivi decorativi nelle torte, ma anche una pizza o un piatto più complesso. Un’idea che coniuga green e velocità”.

La Spagna, è molto innovativa nel settore agricolo – food, infatti è grazie all’idea dell’azienda iberica Feltwood che vengono prodotti materiali da imballaggio creati con i rifiuti agricoli. Fibre vegetali al 100% che permetterebbero di riciclare realmente tutti i materiali usati per l’imballaggio, a fronte dell’attuale 30% di quelli in plastica comuni. 

Una soluzione che potrebbe permettere di arginare il fenomeno dell’inquinamento di plastica nelle nostre acque, visto che si calcola che entro il 2050 ci sarà nel mare tanta plastica quanto pesce. 

Le idee innovative del progetto “Connect to green” si spera vadano verso la direzione di quelle spagnole: soluzioni eco compatibili che possano migliorare la vita di tutte le persone, anche nelle cose più semplici come un pasto. 

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com