Cercatore di funghi disperso in Val d’Agri. Ritrovato dopo tre ore di ricerche

La passione per la raccolta dei funghi può giovare brutti scherzi soprattutto se si frequentano boschi impervi e fitti e può sottoporre il cercatore a notevoli ostacoli di marcia considerando che, di regola, vengono abbandonati i sentieri più comodi per addentrarsi verso zone meno battute e più propizie alla raccolta. Anche qui in Val d’Agri da molti giorni è iniziata la stagione dei funghi che, purtroppo, porta con sé anche incidenti e interventi da parte del SART del Gruppo Lucano Protezione Civile e il Soccorso Alpino.

Proprio lo scorso mercoledì una disavventura del genere è capitata ad un 36enne di Viggiano, Giovanni Romagnano, che si è perso nei boschi tra Viggiano e Montemurro e più precisamente in località Fosso dell’Aspro, proprio mentre stava coltivando la sua passione insieme al padre ed al fratello. Fatto sta che i tre si sono divisi e Giovanni ha smarrito il sentiero e non riuscendo più ad orientarsi.

Da quanto raccontato dall’involontario protagonista, i tre uomini sono usciti insieme di prima mattina per andare alla ricerca di funghi ma poi ognuno è andato per la sua strada perdendosi di vista nella folta vegetazione. A dare l’allarme è stato direttamente Giovanni, che dopo resosi conto di non riuscire più a trovare la giusta strada ha chiamato dal suo cellulare il numero di emergenza, anche perché la zona in questione non è coperta da nessuna rete di telefonia mobile.

Durante le operazioni di ricerca, Giovanni non ha perso mai la calma ed ha trovato anche il tempo di scattare delle foto con il suo cellulare, immortalando dei posti davvero unici ed incontaminati, di cui la Val d’Agri ne è ricca. Ecco alcune inviate alla nostra redazione.

Durante le operazioni di soccorso durate fino alle ore 12:00, Giovanni Romagnano è rimasto in contatto telefonico per circa tre ore con il Brigadiere dei Carabinieri Mimmo Iungo, finchè Ernesto Giovinazzo e Giovanni Di Giorgio, del Gruppo Lucano di Protezione civile sede di Viggiano lo hanno ritrovato sano e salvo. Ai soccorsi hanno partecipato anche il Soccorso Alpino e i Carabinieri Forestali. Tutto è stato coordinato dal Capitano dei Carabinieri, Lucia Audino.

Giovanni Romagnano, per mezzo della nostra testata, ringrazia indistintamente tutti i soccorritori che hanno partecipato al suo ritrovamento.

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE