Lavoro e Salute

Castelsaraceno, inizativa di NaturalMensa per ridurre i rifiuti

NaturalMensa, il programma educativo di refezione scolastica attivo da un anno nel Comune di Castelsaraceno in co-progettazione tra amministrazione e Cosmos Cooperativa, ha aderito alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. Lunedi 20 Novembre, negli spazi e negli orari della mensa scolastica, gli alunni del plesso scolastico di Castelsaraceno hanno pranzato con piatti e posate compostabili condividendo informazioni orientate a consolidare una sensibilità ecosostenibile, con argomentazioni che abbracciano più spunti di riflessione. Dai fondali dei nostri mari inquinati agli alberi abbattuti, dal petrolio che alimenta l’industria della plastica alla fame nel mondo. Attraverso descrizioni, dati, analisi, sguardi competenti e attitudini etiche, si è parlato dell’importanza di ridurre e prevenire l’accumulo dei rifiuti, anche a tavola, approfondendo questo step di consapevolezza con la pesatura degli stessi. Dagli scarti della pre-lavorazione dei pasti e del pranzo, separando la frazione organica da avviare a compostaggio, abbiamo quantificato un ottimo 96,92% di Raccolta Differenziata. Su 106 piatti, solo 900 grammi di rifiuto indifferenziato, nessun oggetto di plastica o carta e una compostiera da inaugurare nei prossimi mesi grazie al gestore del servizio di raccolta dei rifiuti Ecological Systems.

Una giornata di sensibilizzazione che problematizza le nostre impronte antropomorfe invasive sugli equilibri ambientali. Una miopia da scardinare proprio partendo dalle scuole, florilegi di quella cultura che non può prescindere da uno sguardo lungimirante, capace di inebriare delle sue tinte la società tutta. Sottolinea l’importanza dell’istituzione scolastica per le nostre comunità anche Nicla Zarli, dirigente dell’Istituto Comprensivo “Giacomo Racioppi” di Moliterno, che apprezza l’iniziativa, inserendola nella bontà più ampia del discorso progettuale di benessere promosso da NaturalMensa. Una complessità

che incrocia svariati aspetti di educazione alla salute; dalla sostenibilità del sistema alimentare alla salubrità degli alimenti, dalla tematizzazione dei rifiuti come risorse alla prevenzione delle malattie e dei disturbi correlati a una scorretta alimentazione. Un progetto importante da potenziare – specifica la Dirigente – con il contributo relazionale delle famiglie e una forma mentis per i futuri cittadini delle nostre società all’insegna delle attività produttive sostenibili, degli antichi mestieri, delle realizzazioni personali che si incrociano alle peculiarità del territorio che abitiamo. Una vocazione che nella buona gestione dei rifiuti e nel cambiamento delle abitudini quotidiane imprenditoriali e individuali si consolida, rafforzandosi appunto nell’alleanza strategica con la Scuola. Lo sottolinea Valeria Tempone, presidente di Legambiente Basilicata, organizzazione che ha annoverato Castelsaraceno nei primi mesi di quest’anno tra i Comuni Ricicloni, con le buone pratiche regionali di economia circolare. Un riconoscimento a cui ha contribuito in maniera determinante il progetto NaturalMensa, una comunione di intenti che potrebbe nei prossimi anni essere potenziata dalla programmazione di azioni comuni finalizzate a condividere e narrare le pratiche virtuose di gestione del territorio e dell’ambiente.

Lo rende noto il Comune di Castelsaraceno.

Potrebbe interessarti
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Adblock Detected

Attiva gli annunci per continuare a visitare il sito.
RICEVI GRATIS LE NEWS