Primo PianoSocietà e Cultura

AVIS Marsicovetere, testimonianze dei donatori. Chi dona e chi riceve: storie di vite allacciate



Un amico malato, un’esperienza fatta da piccoli, una lezione a scuola, una tradizione di famiglia, un avvenimento di cronaca, il racconto di qualcuno per il quale il dono di uno sconosciuto ha significato la vita… Ogni donatore e ogni donatrice ha un suo motivo personale che ha dato il via alla donazione. E ogni ricevente ha una storia altrettanto straordinaria da raccontare, per spiegare perché e quanto un gesto così semplice sia tanto straordinario.

Abbiamo raccolto alcune testimonianze dei nostri associati, dei protagonisti delle donazioni di sangue e plasma e vogliamo condividere con voi lettori le loro impressioni, le loro esperienze e quanta importanza ha nella loro vita questo momento di solidarietà e di altruismo.

“Sono Antonella M., una donatrice dal 1993, per me donare è un atto di estrema solidarietà, pensare di poter salvare una vita umana è qualcosa di grandioso, anche perché abbatte ogni genere di barriera, di razza, di religione, di ideologia…è uno di quei pochi momenti in cui dai valore alla vita.

Essere una volontaria, una donatrice, è per me uno stile di vita, mi permette di andare a dormire col sorriso e con la consapevolezza di aver fatto qualcosa di buono.”

“Ho cominciato a donare il sangue nel 2005 spinto da mia moglie. In questi anni ho sempre pensato che la donazione non costa nulla, ma può consentire di salvare delle vite umane. Essere donatore di sangue è un modo per stare vicino agli altri, aiutarli a curare delle patologie o a superare situazioni di particolari emergenze. Finora ho donato il sangue convinto che questo sia un modo per contribuire ad incentivare la cultura della solidarietà e dell’aiuto nei confronti di chi soffre o si trova in condizioni di particolare bisogno. Spero che questo atteggiamento si affermi sempre di più e vinca l’indifferenza che in tanti contesti sembra oggi prevalere. In questi anni ho cercato di diffondere tra i giovani la cultura della donazione, affinché alla base della loro vita ci siano i valori della solidarietà e dell’aiuto gratuito. Franco L.”

“Il mio nome è Assunta, per i più Susy B. Sono donatrice dal 2 giugno 1998. Quando mi viene posta la domanda cosa ti ha spinto a diventare donatrice, la mia è una risposta molto semplice: poter, nel mio piccolo, compiere un gesto che per altri ha un valore enorme, è un gesto di grande civiltà che mi fa star bene e, in questo momento storico, è un grande dovere morale.

Poi non nego che è un modo per tenermi sotto controllo medico ed infine il mio punto Avis riesce sempre a farmi sentire coccolata e preziosa”.

Michele R. “Nel 2013 ho preso na delle migliori decisioni della mia vita: donare il sangue. E’ stata sicuramente la malattia di mia madre ad invogliarmi. Ho potuto toccare con mano le realtà ospedaliere ove i pazienti necessitano di trasfusioni continue e di cure appropriate.  Da quel momento ho deciso di dare il mio contributo ad Avis provando a donare un bene gratuito ma tanto prezione come il sangue”.

“Mi chiamo Antonella R., dono sangue dal 2015. Ho iniziato così….non c’è sempre un perché…le cose nascono così, ognuno le matura in se e aspettano che vengano a galla da sole….. e dalla prima volta non ho più smesso.

Dono sangue con la consapevolezza di compiere un gesto importante dal punto di vista umano ma anche perché i donatori sono sottoposti a un controllo fisico-sanitario continuo”.

“Sono grata ad Avis dal 1999. Il mio nome è Maria C., sin da piccola ho sofferto di talassemia. Per vivere necessitavo di trasfusioni, che sono proseguite fino al trapianto di midollo osseo, nel 2004. Ora guardo alla vita con occhi diversi e pieni di gratitudine verso chi, in modo anonimo e gratuito, ha reso questo possibile. La mia è profonda gratitudine, che mi ha spinto a lasciare a voi questo messaggio e diventare diretta portavoce dell’Avis”.

 “Spero che la mia storia possa essere un insegnamento per tutti, ma soprattutto per i più giovani alle volte indecisi ad avvicinarsi alla donazione di sangue. Non ci sono dubbi: Avis preserva e tutela sotto ogni punto di vista non solo i riceventi, ma anche i donatori. Dopo aver effettuato circa una cinquantina di donazioni, per lo più di sangue intero, ma anche di plasma e piastrine, e dopo essermi sottoposto a tutte le analisi ematiche, come da procedura, mi ritrovo a raccontare la mia storia da ex donatore. Sul referto della mia ultima donazione, del 2 febbraio 2019, sono stati riscontrati dei valori anomali: emoglobina bassa e valori collegati ad un enzima del fegato particolarmente alti. Da questi referti, mi è stato diagnosticato un tumore rarissimo – il tumore di Klatschin – che mi ha portato a vivere 200 giorni di ricoveri ospedalieri, oltre ai diversi cicli di chemioterapia per ridurre la massa tumorale e renderla operabile. Nel luglio 2020 è arrivato il momento dell’intervento, durato circa 16 ore, presso il Centro Trapianti dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna, per la resezione del fegato e il trapianto delle vie biliari infettate dal tumore. Tra circa due mesi dovrei essere annoverato tra gli ex malati oncologici. Avis, proprio grazie ai controlli periodici che effettua su ogni singolo donatore, ha contribuito a salvarmi la vita. Lascio quindi un solo messaggio: donate sangue ragazzi, per i malati che ne hanno bisogno, e anche per voi che potrete così essere controllati ed indirizzati al meglio in caso di bisogno”. Giuseppe A.

Se sei ancora indeciso, ma se ti piacerebbe donare, fai tesoro delle loro esperienze: quelle di chi dona e quelle di chi riceve il dono.

L’invito allora è quello di recarti all’unità di raccolta sangue di Avis Marsicovetere, presso il Kiris Hotel, dove Domenica 27 Marzo, dalle 8.00, sarà possibile effettuare le donazioni del Sangue e poi, se vuoi, raccontaci la tua sui nostri canali social, collegandoti alla nostra pagina Facebook e su Instagram. Buona donazione a tutti.

                                                                                                                                                                   La Presidente     Marta Binetti

Potrebbe interessarti
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com