Autobus fermi da lunedì 7 gennaio: a rischio trasporto studenti in Basilicata

A partire dal gennaio 2019, su tutto il territorio nazionale è vietata la circolazione di veicoli a motore categorie M2 ed M3 alimentati a benzina o gasolio Euro 0, in applicazione del comma 232 della legge di Stabilità 2015.

Ad essere interessati sono i veicoli destinati al trasporto di persone aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente: per la maggior parte pullman e autobus pubblici.

Con l’entrata in vigore del provvedimento si intende quindi non solo ridurre l’inquinamento atmosferico a tutela della salute pubblica ma allo stesso tempo realizzare quanto previsto dal Piano strategico nazionale della mobilità sostenibile per il rinnovo del parco autobus di Regioni e città metropolitane con mezzi a basso impatto.

Pur essendo a conoscenza da quattro anni dell’entrata in vigore della nuova normativa, la Regione Basilicata e il Consorzio Cotrab si sono fatti trovare impreparati.  Nonostante le rassicurazioni della politica regionale da lunedì molti studenti e lavoratori  rimarranno a piedi.

Chiediamo un intervento immediato che eviti l’interruzione di un servizio pubblico essenziale. In mancanza questa volta saremo noi a denunciare penalmente aziende e amministratori.

Giuseppe Miolla coordinatore provinciale di Sinistra Italiana

Potrebbe interessarti
Articoli correlati
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
RICEVI GRATIS LE NOSTRE NOTIZIE